“Unlocking Music” al MArTA il 13 gennaio

Condividi

Riprende l’attività dell’Orchestra della Magna Grecia con il programma a cura del M° Maurizio Lomartire. Intanto, per i concerti di Natale e Capodanno le stime indicano decine di migliaia di spettatori e ascoltatori. Altrettanti i contatti sulle pagine facebook. Direzione artistica del M° Piero Romano. Fra gli altri impegni, quelli con i pianisti Francesco Libetta e Leonardo Colafelice

Francesco Libetta

TARANTO – Il successo dei concerti di Natale e Capodanno, alla presenza del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, del vicesindaco Fabiano Marti, del direttore artistico Piero Romano, con uno sguardo rivolto alla ripresa degli impegni targati “Orchestra della Magna Grecia”. Riprende, infatti, da sabato 9 gennaio “Unlocking Music” con un concerto dell’ensemble dell’Orchestra della Magna Grecia con il pianista Francesco Libetta (Saint-Saens, Schubert), la seconda parte della rassegna cameristica (il “via” lo scorso 9 dicembre). Anche questa in modalità streaming e in collaborazione con Comune di Taranto, Regione Puglia, il Teatro Pubblico Pugliese (“Custodiamo la cultura in Puglia”)  e MiBAC, con il sostegno di Fondazione Puglia e Programma Sviluppo. Due delle produzioni, sempre in streaming e in collaborazione con il MArTA, si svolgeranno mercoledì 13 gennaio dalla sede del Museo archeologico nazionale diretto dalla dott.ssa Eva Degl’Innocenti.

Intanto, ci segnalano che i Concerti di Natale e Capodanno ripresi e programmati in streaming dalla rinnovata Biblioteca comunale “Pietro Acclavio”, hanno registrato decine di migliaia di spettatori e ascoltatori grazie alla programmazione televisiva e radiofonica sulle emittenti Canale 85, TRM e Radio Cittadella. Decine di migliaia, inoltre, le visualizzazioni registrate dalle pagine Facebook “Ecosistema Taranto”, “Teatro comunale Fusco” e “Orchestra della Magna Grecia”.

“Unlocking Music”, si diceva. All’interno della rassegna cameristica a cura del maestro Maurizio Lomartire, hanno già avuto modo di esibirsi i pianisti Giuseppe Greco  (Chopin, Dvorak), Carmine Chiarelli (Martinu, Roussel, Briccialdi), l’Ensemble dell’Orchestra Magna Grecia (Beethoven, Tansman; Rimsky-Korsakov, Torelli), Viviana Lasaracina (Chopin, Dvorak) e Michele Renna (Beethoven, Martinu, Daugherty). I concerti del cartellone “Unlocking Music” riprenderanno, come anticipato, sabato 9 gennaio con il pianista Francesco Libetta (Saint-Saens, Schubert) insieme con l’ensemble dell’Orchestra della Magna Grecia dalla sede ICO di via Tirrenia. A seguire, mercoledì 13 dal MArTA, l’ensemble dell’Orchestra della Magna Grecia (Borodin e Spohr nella prima parte, D’Indy, Martinu e Adams nella successiva). Chiuderà la rassegna “Unlocking Music”, sabato 16 gennaio dalla sede ICO di via Tirrenia, l’ensemble Orchestra della Magna Grecia con il pianista Leonardo Colafelice (Prokofiev, Runswick, Shubert). Gli appuntamenti come sempre saranno promossi e programmati attraverso siti e social.

ORCHESTRA DELLA MAGNA GRECIA

Istituzionali: Comune di Taranto, Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese (“Custodiamo la cultura in Puglia”) , MiBAC (Ministero Beni e Attività culturali), MArTA.

Partner: Fondazione Puglia, Programma Sviluppo

Informazioni: Orchestra della Magna Grecia, sedi di Taranto: via Giovinazzi 28 (392.9199935), via Tirrenia n.4 (099.7304422)

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento