Loft 54, “Andare a piedi in Cina” con Gregucci

Condividi

Il 31 dicembre scorso è stato pubblicato sulle piattaforme on line “Loft 54″, il nuovo videoclip del cantautore Gregucci, terzo singolo del disco dal titolo “Andare a piedi in Cina”. La canzone è una ballata sentimentale scritta a Milano nella vigilia di Natale e ha come tema la mancanza, ma con un taglio diverso dal classico ripensamento.

Dichiara Gregucci: «E’ stato un anno di mancanze per tutti. Abbiamo deciso di far conoscere al pubblico il videoclip nel giorno coda del 2020, con l’augurio che in questo 2021 possiamo riprenderci tutto quello a cui abbiamo rinunciato». 

Il videoclip, diretto dal regista Giuseppe Calamunci Manitta, allarga il riflettore sul verbo “mancare”, sul senso di vuoto, in una inconsueta Milano deserta vista con l’occhio di un tram; un palcoscenico urbano silenzioso dove le vite, tutte, non possono più esibirsi. Tra queste ci sono quelle degli operatori dello spettacolo, una delle categorie più martoriate “rese fantoccio senza carne, vagoni fermi, in questa cicatrice storica targata 2020 dove la ricerca di bellezza sopravvive attraverso piccoli gesti nella quotidianità delle mura domestiche”.


Regia e realizzazione: Giuseppe Calamunci Manitta

Riprese Green screen e montaggio: Giuseppe Calamunci Manitta
Riprese: Ass. Homemade54 e Francesco Brittanico
Marionetta: Vacuillab sets and puppets

VIDEOCLIP LOFT 54: https://www.youtube.com/watch?v=SEdepv08Vkk

 

 

Contatti social:

Facebook: https://bit.ly/33eQly0 

Instagram: https://bit.ly/2DqlFyB 

Spotify: https://spoti.fi/2Xik1pW 

 

Brano contenuto all’interno del disco “Andare a piedi in Cina” registrato presso il Last Floor Studio – produzione artistica Umberto Coviello – Mastering a cura di Marc Urselli (U2, Elton John, Foo Fighters, Eric Clapton, Lou Reed, Nick Cave).

 

Grecucci

BIO

Gregucci, musicista e cantautore di Grottaglie (Taranto), collabora a vari progetti musicali esibendosi in giro per l’Italia contando decine di date. Nel 2017 si trasferisce a Milano periodo nel quale scrive “Andare a piedi in Cina”, disco sostenuto da una campagna di crowdfunding e finanziato da Poste Italiane. Contemporaneamente scrive una serie di racconti, poesie, suggestioni racchiusi e pubblicati in un libro dal titolo “Raccolti”. Il 2 settembre ha presentato “Andare a piedi in Cina”, data ‘zero’ risultata sold out; in questo momento sta organizzando un tour live per la penisola.

 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento