Puglia, Assocastelli e Unisalento per “formare” il rilancio del patrimonio culturale e del turismo

Condividi

Lecce – A dare l’annuncio questa mattina Ivan Drogo Inglese presidente nazionale di Assocastelli e Assopatrimonio e Fabio Pollice rettore dell’Università del Salento.

Ivan Drogo Inglese

Secondo il presidente Drogo Inglese “Gli atenei devono essere il fulcro del piano di valorizzazione del patrimonio”.

“Il programma prevede innovativi percorsi formativi per giovani, gestori e proprietari. Tutto per costruire un modello di riferimento in campo culturale e turistico. Unico per performance e standard” dichiara il rettore Pollice.

Uno di questi corsi sarà dedicato alla figura del location manager. Assocastelli è considerata la più autorevole e prestigiosa associazione italiana di gestori e proprietari di immobili d’epoca e storici (castelli, masserie, palazzi, tenute e ville). Assocastelli aveva partecipato al grande evento della maison Dior che nel luglio scorso, dopo il primo lockdown, aveva acceso i riflettori su Lecce, sul Salento e sull’intera Puglia. La piazza del duomo era stata trasformata in un magico palcoscenico e il palazzo prospicente, di proprietà di soci di Assocastelli, era stato reso disponibile per ospitare lo staff Dior e i loro ospiti.

Fabio Pollice

Unisalento, anche sotto la guida del rettore Pollice, è riuscita a collocarsi tra gli atenei italiani più apprezzati e dinamici. Da sempre molto attenta alle tematiche dei beni culturali e del turismo. Ha infatti inserito nella propria offerta formativa percorsi di laurea quali: beni culturali, gestione delle attività culturali e turistiche, management del turismo e storia dell’arte. Il presidente Drogo Inglese ha ricordato che l’Italia custodisce e possiede il più importante patrimonio architettonico del mondo. Quasi l’8% del patrimonio architettonico italiano è allocato in Puglia.

Assocastelli grazie all’accordo con MyCicero (società controllata dal colosso finanziario SisalPay) ha avviato la mappatura del patrimonio architettonico della Puglia. Si prevede di mappare circa 250 siti, privati e pubblici, che sono fruibili ai visitatori. Assocastelli ha già avviato un accordo operativo con Apulia Film Commission per promuovere l’utilizzo del patrimonio architettonico pugliese come set e location per produzioni cinematografiche e televisive. A maggio a Roma a Villa Lubin, sede del Cnel, si terranno i tanto attesi Stati Generali del Patrimonio. Il rettore Pollice auspica che il modello Assocastelli-Unisalento potrà essere presentato come modello di riferimento.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento