Massafra, lo feriscono alla testa con un cacciavite. Quattro arresti per rapina aggravata in concorso

Condividi

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Massafra (TA), hanno tratto in arresto, in quel Comune, quattro extracomunitari: 2 egiziani, un libico e un algerino, muniti di regolare permesso di soggiorno, di età compresa fra i 21 e i 27 anni, domiciliati a Palagiano (TA), braccianti agricoli, incensurati,  per rapina aggravata in concorso ai danni di un egiziano 21enne, senza fissa dimora, nullafacente, loro conoscente. L’attività è nata nella serata di ieri, quando veniva segnalata alla Centrale Operativa, la presenza, in una via del centro massafrese, di un soggetto con una probabile ferita sanguinante alla testa. Gli operanti, giunti sul posto, apprendevano dalla vittima, che 4 soggetti, di cui riferiva i nomi, lo avevano, dapprima percosso e ferito alla testa con un cacciavite e, poi, derubato del portafogli, contenente del denaro e documenti personali. I militari, raccolte le prime informazioni e visionate le immagini di alcune telecamere, identificavano compiutamente i prevenuti, rintracciandoli mentre si aggiravano non lontano dal luogo dell’accaduto. Alla vittima, soccorsa e condotta presso il locale punto di primo intervento, veniva riscontrata una ferita lacero-contusa alla testa che necessitava di 5 punti di sutura. I 4 giovani extracomunitari, al termine delle formalità di rito, venivano dichiarati in arresto  per rapina aggravata in concorso, porto di oggetti atti ad offendere e lesioni personali. Su disposizione del magistrato di turno venivano accompagnati presso le Case Circondariali di Taranto, Brindisi e Bari.


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento