Sviluppo, Turco: firmata la clausola sociale per gli investimenti del CIS

Condividi

“Ringrazio le stazioni appaltanti che hanno sottoscritto in questi giorni l’atto d’impegno per l’applicazione della clausola sociale premiale a sostegno delle imprese locali e dei lavoratori svantaggiati dell’area di crisi di Taranto. Una proposta che avevamo condiviso con le parti sindacali e datoriali per sostenere l’economia del territorio, in considerazione degli ingenti investimenti che il Governo ha destinato al processo di riconversione di Taranto. Ora però è necessario istituire a Taranto un Osservatorio per monitorare la sua corretta applicazione, affinchè nelle future gare di appalto, nel perimetro del Contratto Istituzionale di Sviluppo, vengano realmente rispettati una serie di criteri introdotti a salvaguardia dell’ambiente, come il principio premiale della filiera corta e delle forniture a Km zero, nonché a sostegno dell’aspetto sociale, come l’assunzione di lavoratori svantaggiati e utilizzo di giovani professionisti e start-up innovative locali” Così il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica e agli investimenti, Sen. Mario Turco.

“La clausola sociale è contemplata dagli articoli 6 e 9 del D.L. n1/2015, ma non è mai stata applicata in maniera sistematica. Di fatto avrebbe dovuto vincolare le stazioni appaltanti del Cis ad introdurre modalità di coinvolgimento delle imprese e dei lavoratori locali in un’area particolarmente interessata da una crisi economica e lavorativa senza precedenti – spiega il Sottosegretario – Ora con la firma dell’atto d’impegno e l’istituzione di un Osservatorio, intendiamo attivare un percorso virtuoso di sostenibilità circolare-territoriale, con inevitabili ripercussioni positive sulle imprese e sull’occupazione locale”.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento