CulturalibriPoliticaPRIMO PIANO

Libri. “Vincere le Elezioni prima delle Elezioni” di Matteo Spigolon edizioni Outsphera

Condividi

“È ancora presto per ufficializzare il nome di X come candidato sindaco del Y per il comune di Z”.

Sostituisci X con il nome del potenziale candidato Sindaco, Y con il nome della coalizione (cdx, csx, m5s) e Z con il nome del comune e la formula sarà completa.

Quel “ancora presto” è uno dei mali assoluti della politica odierna.

Se pensi che ci sono ancora decine di candidati in bilico (magari tu sei uno di questi o lo sei stato in passato), e mancano pochi mesi alle elezioni, hai la cifra di quanto la politica non abbia ancora imparato dagli errori del passato e non sia minimamente guarita dalla “rimandite”.

I (potenziali) candidati, invece che farsi rosolare a fuoco lento come un maiale iberico, dovrebbero prendere in mano la situazione (per tempo) e imporre la loro candidatura prima di entrare nel circolo vizioso degli infiniti accordi di partito o di coalizione.

Se c’è una situazione di stallo bisogna forzarla, con le dovute cautele, cosa che mi è capitato di fare più volte.

La percentuale di successo, però, è direttamente proporzionale al tempo che manca al giorno del voto: più questo si avvicina e più devi subire imposizioni e continui rinvii.

E tacere per non irritare chi ha in mano il tuo futuro politico.

Dire che “la politica funziona così” non è una giustificazione accettabile e l’ho smentita decine di volte, anche con i fatti.

Non è mai troppo presto per partire.

Motivo per cui, se pensi di metterti in gioco per le elezioni quest’anno, è bene che tu inizi a muoverti subito perché sei già in ritardo.

“Eh ma c’è tempo”.

“Eh ma le elezioni si decidono alla fine”.

Stronzate!

E nel mio libro ho dimostrato perché.

Non c’è più alcuna logica nell’attendere per poi rischiare di finire in balia degli eventi.

Solo pazzia.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento