Nuova apparecchiatura TC presso la Radiologia Oncologica del Moscati

Condividi

È stata ultimata l’installazione di una nuova apparecchiatura TC presso la Radiologia Oncologica del Moscati, coordinata dal dr. D’Ettorre: la struttura è parte integrante della Radiologia del presidio centrale, diretta quest’ultima dal dr. Di Stasi. La nuova apparecchiatura, denominata Somaton Go Top, presenta evolute caratteristiche tecniche. Tramite l’utilizzo dello Stellar Detector, il macchinario consente acquisizioni con 64 Slices, rielaborandole a 128 con un particolare software di ricostruzione. L’utilizzo del tubo Atlon permette di ottenere immagini performanti con piccole quantità di liquido di contrasto. Il sistema Care KW, inoltre, adatta automaticamente la tensione del tubo al paziente, con livelli di KW ottimali per ogni caso, mantenendo bassa la dose: questo è ideale per i pazienti abituali della Radiologia oncologica del Moscati, sottoposti periodicamente a controlli TC. Ancora, l’iterative Metal Artefact Reduction consente di visualizzare e studiare con attenzione i pazienti portatori di protesi articolari. Il lettino porta-paziente è utilizzabile per un peso massimo di 220 kg; il diametro trasverso del gantry è di 70 cm.

L’apparecchio è unico nel suo genere. La telecamera fissa consente la visualizzazione del paziente durante l’esecuzione dell’esame, mentre il tablet per il controllo e il monitoraggio dell’esame risulta utile anche per eventuali procedure di biopsie TC-guidate. Grazie al tablet, il personale TSRM può posizionare il paziente a distanza. L’installazione della nuova apparecchiatura TC presso il monoblocco del Moscati consentirà alla Radiologia Oncologica di ottimizzare gli esami richiesti, dedicandola ai pazienti onco-ematologici. La TC attualmente in funzione, in uso negli ultimi anni e molto utilizzata nell’emergenza pandemica, sarà dedicata ai pazienti del padiglione Covid. La velocità di esecuzione degli esami, la possibilità di eseguire ricostruzioni veloci e l’utilizzo del programma a bassa dose, utile per i pazienti che si sottopongono a frequenti controlli TC, sono tutti benefici che saranno messi a disposizione dell’utenza, rispettando come sempre i percorsi di accesso in sicurezza, quotidianamente sanificati.

 “In totale, la Radiologia Oncologica del Moscati disporrà di due apparecchiature TC” sottolinea Stefano Rossi, Direttore Generale Asl Taranto, “Una dedicata ai pazienti fragili onco-ematologici, l’altra esclusivamente ai pazienti covid. È un ottimo risultato per la sanità jonica e per il Moscati, punto di riferimento oncologico per l’intero territorio”.    

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento