Carosino: Adottato il piano per eliminazione barriere architettoniche

Condividi

Con delibera di Giunta municipale, l’amministrazione comunale di Carosino ha adottato il Piano per l’Eliminazione delle Barriere architettoniche.

L’atto di adozione è stato preceduto dalla convocazione della convocazione di un incontro svoltosi via web con tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza, al fine, come ha sottolineato il sindaco Onofrio Di Cillo, di condividere un momento di confronto, su un tema così importante, con tutti i consiglieri comunali.

Lo stesso sindaco ha voluto inoltre evidenziare come sia stata proprio la sensibilità da parte dell’amministrazione, rispetto alla problematica, a permettere di dotarsi di questo importante strumento di pianificazione in tempi abbastanza celeri e sfruttando un finanziamento regionale.

L’assessore ai Lavori Pubblici ed Urbanistica, Francesco Sapio, nel ringraziare l’ufficio Tecnico Comunale, nella persona del responsabile all’Urbanistica ing. Alessandro Zito ed entrando nel merito del Piano, ha evidenziato l’importanza dell’obiettivo che si va a perseguire, ossia permettere la fruizione in sicurezza delle infrastrutture e delle strutture comunali urbane da parte di persone colpite da disabilità permanente ma anche di persone anziane o con fragilità temporanee.

L’assessore ha ricordato come ad una prima fase di studio, che ha permesso di censire ed analizzare gli immobili e gli spazi pubblici anche attraverso la compilazione di schede di rilevazione allo scopo di valutare l’accessibilità dei luoghi, la presenza di servizi igienici dedicati,i percorsi interni, i collegamenti verticali, i parcheggi ed altre voci varie, è poi seguito in data 07 ottobre 2020 un incontro pubblico con i cittadini e le associazioni svolto nel castello D’ayala. Questo percorso ha permesso la formulazione finale del piano strutturato in schede progettuali di intervento che vanno dalla semplice installazione di segnaletica alla realizzazione di rampe, di servizi igienici dedicati, di tre ascensori (scuola media, Castello, Municipio), ecc.. per un costo complessivo di circa 250.000 euro.

Successivamente, ha concluso il sindaco, dopo l’ulteriore passaggio amministrativo consistente nell’approvazione del Piano in Consiglio Comunale,che non potrà avvenire prima di trenta giorni dalla pubblicazione del documento, inizierà la terza fase, quella più importante, con la ricerca delle risorse economiche ed in particolare delle possibilità di finanziamenti che potrebbero essere messi a disposizione dalla Regione Puglia per poter realizzare le opere previste.

 

L’Assessore ai LL.PP                                            Il Sindaco

   f.to dott. Francesco Sapio                                       f.to Onofrio Di Cillo

 

Condividi

Lilli D'amicis

Lilli D’Amicis - giornalista - Arcangela Chimenti D’Amicis, così risulta all’anagrafe di Grottaglie, dove è nata e dal 2010 risiede, dopo un’assenza di quasi 20 anni, ma tutti la conoscono come Lilli D’Amicis, giornalista senza peli sulla lingua, dal 1984 esercita una delle professioni più affascinanti, il giornalismo appunto, un’attività che principia come corrispondente al Corriere del giorno di Taranto, grazie al quale, nel 1986, ottiene l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti di Puglia e da allora comincia una fitta attività in giro per l’Italia, ricoprendo vari ruoli sempre nell’ambito della comunicazione giornalistica. Ha collaborato nei Tg di Videolevante di Taranto, Retepuglia, Trcb e Puglia Tv tutte emittenti del brindisino. A Puglia tv realizza il primo tg fatto dai bambini delle scuole elementari di Brindisi, un successo ed una novità che la portò a Sanremo, in una Convegno nazionale ACLI per parlare di questo singolare esperimento. Poi trasferitasi al nord, a La Spezia, ha iniziato a collaborare con l’emittente televisiva Astro tv ed Uno Tv, nella prima ha realizzato e condotto programmi di approfondimento giornalistico, nella seconda invece ha ricoperto l’incarico di capo redattore, redigendo e conducendo Tg e programmi di approfondimento. A Roma ha collaborato a Il Tempo, redazione cronaca e poi spettacoli. Tornata in Puglia a Brindisi, è entrata a far parte della redazione giornalistica di Ciccio Riccio fm, dove realizzava 7 radio notiziari al giorno, e contemporaneamente teneva due rubriche di spettacolo, sul Corriere del Giorno di Taranto, da lei ideate “Radioascoltando” e “Televisionando”. Nel 1997 fonda un giornale cittadino, il mensile di varia informazione, ZOOM, tutto a colori, formato poket, con una tiratura di 2000 copie, con vendite che hanno toccato le 1500 copie, naturalmente oltre ad editore era anche direttore. Zoom fu all’epoca il primo giornale cartaceo ad avere un sito internet: www.zoomonline.it. Nel 2001 è costretta a chiudere il suo amato Zoom, dove si sono formati alcuni ragazzi, oggi giornalisti locali di talento, la chiusura fu dovuta anche a un furto nella redazione che mise in ginocchio le già magre risorse finanziarie del giornale. Dal 1998 firma le testate giornalistiche dell’emittente radiofonica “Ciccio riccio” e “Disco box”. Dal 2006 è addetto stampa di un Senatore di Puglia e dal 2000 fornisce il servizio di uffici stampa politici. Nel marzo del 2011 fonda un nuovo giornale, ma questa volta è solo on line: www.oraquadra.info e dal 2004 ha un blog di successo: www.tuttoilresto-noia.blogspot.com , già nel titolo è una leggenda, firme di studiosi ed intellettuali locali contribuiscono alla redazione di questo blog che conta una media di 1200 visitatori al giorno. Ha conseguito la maturità scientifica e diploma magistrale, non è riuscita a laurearsi perché il suo tempo oltre che dal lavoro giornalistico è stato impiegato a crescere i suoi due meravigliosi figli, avuti in giovanissima età e ai quali non ha voluto mai far mancare l’affetto del padre, suo marito Oreste, ufficiale della Marina Militare in carriera, sempre in giro per il mondo e lei appresso a lui con Michela oggi giovane avvocato e Giovanni pilota di aerei e istruttore piloti di linea.

Lascia un commento