Smettere di fumare: le attività del Centro Antifumo di Taranto

Condividi

Smettere di fumare è possibile in qualunque momento, consentendo di prendersi cura della propria salute, recuperare il proprio benessere psicofisico e ridurre il rischio di sviluppare molte condizioni patologiche. Il percorso per smettere di fumare non è sempre semplice, implica un cambiamento generale che coinvolge vari aspetti del proprio stile di vita. Affrontare tale percorso da soli è possibile, ma con il supporto di medici e specialisti della disassuefazione le probabilità di successo aumentano notevolmente. Un contributo fondamentale in tal senso può essere fornito dagli operatori esperti e dai percorsi dedicati del Centro Antifumo.

Istituito nell’aprile del 2016 presso il Dipartimento Dipendenze Patologiche per il trattamento del tabagismo, il Centro Antifumo di Taranto, Ambulatorio di secondo livello, offre un intervento specialistico mirato al trattamento della dipendenza dal fumo di tabacco, sia a livello individuale che di gruppo, attraverso percorsi dedicati e corsi per smettere di fumare.

All’interno del centro operano due medici, una psicologa e due educatrici professionali che, ognuno per le sue competenze, seguono il paziente durante tutto il suo percorso.

Il fumatore che accede al Centro Antifumo per una valutazione anamnestica e tabaccologica, esegue il primo colloquio con l’educatrice professionale. Successivamente viene effettuata una valutazione da parte della psicologa psicoterapeuta che somministra strumenti psicometrici al fine di valutare la dipendenza tabagica e la motivazione al cambiamento. La valutazione medica comprende l’anamnesi tossicologica, la visita medica e la misurazione del CO espirato.

La presa in carico del paziente fumatore prevede una prima fase di monitoraggio dell’abitudine tabagica da parte delle educatrici professionali, seguita da un intervento psicologico e/o medico, al fine di formulare una diagnosi e un intervento terapeutico personalizzato (psicologico e/o farmacologico e/o integrato), mirato alla disassuefazione dal fumo di tabacco.

Oltre ai percorsi dedicati, il centro prevede corsi di gruppo per smettere di fumare. Durante il 2020, a causa delle restrizioni imposte dal Covid-19, sono stati organizzati due corsi di gruppo on line, in alternativa alla modalità in presenza, ampiamente sperimentata negli anni precedenti.

L’adesione a tali corsi, proprio per la loro specifica modalità, ha permesso di coinvolgere anche utenti appartenenti ad altre regioni, estendendo così l’intervento a livello nazionale.

Nel corso del 2020 gli accessi registrati al Centro Antifumo sono stati 44, di cui 22 uomini, con età media di 54 anni, e 22 donne, con età media di 51 anni. Tra queste, in particolare, due in stato di gravidanza avanzata.

I dati relativi agli interventi messi in campo, sia in presenza che on line, rilevano che l’80% dei partecipanti riduce notevolmente il numero di sigarette giornaliere e il 20% smette completamente di fumare. Tale risultato può considerarsi positivo e incoraggiante in quanto, come evidenzia la letteratura scientifica, anche la sola riduzione del numero di sigarette nell’80% dei pazienti, riduce il danno provocato dal fumo.

Inoltre, nei mesi segnati dal lockdown, in cui non è stato possibile incontrare i pazienti in presenza, sono stati effettuati colloqui on line e sono stati somministrati questionari per il monitoraggio della dipendenza tabagica e per valutare l’impatto della pandemia sul benessere dei pazienti.

Durante i colloqui telefonici, in piena fase pandemica, è risultato necessario effettuare in quasi tutti i casi un contenimento emotivo e un supporto psicologico, poiché le esperienze di isolamento, quarantena e distanziamento sociale hanno ampiamente aggravato le condizioni psicologiche dei pazienti e, in alcuni casi, causato ricadute nella dipendenza tabagica.

Attraverso i canali istituzionali della ASL Taranto, le attività del Centro Antifumo vengono divulgate assieme ad una costante campagna di sensibilizzazione rivolta alla popolazione.

L’accesso al Centro Antifumo, con sede in Via Pupino n.2 a Taranto, è garantito gratuitamente dal Servizio Sanitario Nazionale ed è possibile previo appuntamento al numero 099 7786214 oppure inviando una mail all’indirizzo serd.centroantifumo@asl.taranto.it .

Smettere di fumare permette di ottenere benefici immediati e a lungo termine. Già solo dopo pochi giorni di distanza dalla sigaretta, è evidente un miglioramento degli scambi gassosi a livello polmonare. Le motivazioni per smettere di fumare sono diverse, l’ultima in ordine di tempo proviene dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui le fumatrici e i fumatori potrebbero avere maggior rischio di contrarre la malattia Covid-19. La maggiore vulnerabilità all’infezione da Coronavirus, rispetto a chi non fuma, deriverebbe dall’atto stesso del fumo: le dita e le sigarette contaminate arrivano a contatto con le labbra, facilitando la trasmissione del virus dalla mano alla bocca. Inoltre le fumatrici e i fumatori potrebbero avere già una patologia polmonare sottostante e una ridotta capacità polmonare, problematiche che aumenterebbero il rischio di sviluppare malattie gravi, come la polmonite.

Anche in questo periodo, quindi, smettere di fumare conviene.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento