La Biblioteca Nazionale di Cosenza celebra i 100 anni di Sciascia con Pierfranco Bruni

Condividi

5 marzo 2021

In occasione del Centenario della nascita di Leonardo Sciascia (Racalmuto, 8 gennaio 1921 – Palermo, 20 novembre 1989), la Biblioteca nazionale di Cosenza (Mibact), renderà omaggio ad una delle figure più significative della letteratura italiana contemporanea con la presentazione del libro “Leonardo Sciascia. Nient’altro che la verità” redatto da Pierfranco Bruni e Mauro Mazza.

L’evento organizzato dalla Biblioteca Nazionale di Cosenza, unitamente alla Fondazione culturale “Paolo di Tarso” e al Centro di Alta Competenza CONNESSIONI, sarà trasmesso giorno 5 marzo 2021 in diretta Facebook. Nel corso dell’evento interverrà anche Mons. Renzo Giuliano Parroco della Basilica San Marco Evangelista al Campidoglio di Roma e Primicerio dell’Arciconfraternita Santa Maria Odigitria dei Siciliani in Roma che all’importante comunità dei Siciliani della Capitale ha dichiarato: “Porterò in diretta il saluto della nostra Arciconfraternita per evidenziare, in un luogo così prestigioso come la Biblioteca Nazionale di Cosenza, l’amore alla nostra cultura che sa estendersi per tutto il mondo ed esserne voce di orientamento sui vari problemi dell’umanità. Rinnovo l’invito a partecipare in tanti a questo evento culturale che onora la Sicilia ed i suoi uomini illustri e ci permette di sentirci vicini su questi contenuti di spessore”.

In occasione dell’evento è stata allestita anche una corposa mostra bibliografica a cura della Biblioteca che ripercorre e documenta, attraverso la vasta produzione editoriale (monografie e giornali) la figura e l’attività poliedrica di Leonardo Sciascia: letterato, saggista, poeta, critico d’arte, politico. Una storia, quella di Sciascia che è consapevolezza di una tradizione culturale e politica. “Proprio per questo, – ha dichiarato Pierfranco Bruni, – occorre guardare al futuro, con Sciascia, attraverso una visione innovativa che ponga al centro una società costantemente in transizione grazie ad una lettura e un’interpretazione della realtà che innovi il presente e faccia i conti con modelli culturali e strumenti che sappiano affrontare le nuove problematiche in termini di efficienza e con occhi profetici”.

 

Condividi

Stefania Romito

Stefania Romito è giornalista radiotelevisiva e scrittrice.

Lascia un commento