Kyma Mobilità entra nel mondo di Google Transit

Condividi

Le linee degli autobus di Kyma Mobilità sono su Google Transit, la funzionalità che, visualizzando sugli smartphone le opzioni del trasporto pubblico all’interno di Google Maps, consente agli utenti di tutto il mondo di pianificare i percorsi migliori per raggiungere la loro destinazione.
Grazie alla combinazione dei dati relativi a orari e percorsi con la potenza di Google Maps, infatti, milioni di utenti possono accedere facilmente alle informazioni del trasporto pubblico in decine di lingue, sia su computer che su dispositivi mobili.
«Kyma Mobilità è la prima azienda di trasporto pubblico locale urbano della Puglia a conseguire questo risultato – ha spiegato il sindaco Rinaldo Melucci presentando la novità a Palazzo di Città –, per il quale ha dovuto condividere con Google Transit tutte le informazioni sulle linee dei suoi autobus, che sono state integrate in Google Maps diventando così disponibili per tutti gli utenti del mondo. In questo modo potremo avere anche feedback misurabili da parte dei passeggeri che, attraverso la piattaforma, potranno segnalare qualità del servizio, pulizia dei mezzi, affollamento e molti altri utili parametri per migliorare le prestazioni di Kyma Mobilità. È un ulteriore passo verso la piena sostenibilità della mobilità urbana, obiettivo per noi imprescindibile».
Unico requisito richiesto da Google Transit è che le informazioni debbano soddisfare determinati requisiti, in particolare che i dati vengano forniti rispettando il formato GTFS, uno standard del trasporto pubblico riconosciuto a livello mondiale.
«Per questo Kyma Mobilità – ha poi detto la presidente di Kyma Mobilità Giorgia Gira – ha prima dovuto “codificare” tutte le informazioni sui suoi servizi di trasporto pubblico locale nello standard GTFS (General Transit Feed Specification) e poi le ha trasferite a Google Transit».
Le stesse informazioni nel formato GTFS sono disponibili, in modo libero e trasparente, anche sulla nuova pagina “Open Data” del sito di Kyma Mobilità www.amat.taranto.it.
«Oggi i dati relativi ai servizi di Kyma Mobilità – ha spiegato l’assessore alle Società partecipate Paolo Castronovi – sono a disposizione di tutti gli operatori, pubblici e privati, che potranno così implementarli nelle piattaforme che, proprio come Google Transit, erogano servizi di infomobilità e di pianificazione dei viaggi. I cosiddetti “Open Data” sono dati che le amministrazioni e le aziende pubbliche divulgano sui propri siti in un formato “aperto” e standardizzato, rendendoli così fruibili e accessibili a chiunque, senza limitazione alcuna e in massima trasparenza».
 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento