CALCIO SERIE D: Taranto sbanca Salerno con una prestazione convincente e senza sbavature

Condividi

Un Taranto f.c. determinato e pimpante sbanca Salerno a seguito di una prestazione convincente e senza sbavature. I rossoblù di mister Laterza, privi dello squalificato Diaby, sostituito da Matute e dell’infortunato Falcone non mostrano di risentire delle assenze. Il nuovo acquisto Corado parte dal primo minuto a fianco di Diaz, mentre Tissone poco convincente nelle ultime uscite si accomoda in panchina. Si rivede Corvino dopo il grave infortunio che l’ha costretto ai box per tutto il campionato. La cronaca: nei primi minuti, il Taranto appare guardingo, ma più rapido nella manovra rispetto alla gara con la Puteolana. Il Sorrento va in gol con La Monica, ma il gol è annullato per fallo su Rizzo. Fino al ventesimo minuto non si segnalano azioni di rilievo, il gioco ristagna a centrocampo. Al 24’ il Taranto passa in vantaggio con un bellissimo gol di Santarpia, che raccoglie al volo un cross basso di Boccia e batte il portiere Scarano. La reazione dei costieri non è pronta. Al 31’ ci prova Ferrara dal limite, ma la palla è alta, idem al 35’ il tiro di Procida, fuori bersaglio. Al 39’ Ciezkowski anticipa Procida su un cross di La Monica e al 42’ si oppone allo stesso modo su una palla velenosa in area piccola. Al 44’ raddoppio del Taranto: cross dalla sinistra di Ferrara e Corado di testa insacca Scarano, che non riesce a deviare la palla dell’ attaccante rossoblù. Si va quindi al riposo con il risultato di due a zero per il Taranto.
Nel secondo tempo le formazioni scendono in campo senza cambi. Le due squadre si affrontano a viso aperto, con il Taranto che impone il gioco per evitare il ritorno dei sorrentini. Il primo tiro del secondo tempo è di La Monica al 61’, che dal limite calcia ampiamente a lato. Replica il Taranto due minuti dopo: cross di Versienti, torre di Corado e testa di Diaz di pochissimo a lato. Al 67’ terzo gol del Taranto: Ferrara serve rasoterra in area Diaz, che si avventa sulla palla e mette il risultato al sicuro. Al 71’ punizione di Mancino direttamente a rete ma Ciezkowski si fa trovare pronto. Neglli ultimi 20 minuti di gioco, il Sorrento cerca il gol della bandiera ma senza pungere troppo. Al 93’ occasionissima per Corvino, esordiente anche lui, che solo in area esalta i riflessi di Scarano. I cinque minuti di recupero non cambiano le cose. Vittoria netta e convincente, da parte del Taranto che appare migliorato, malgrado le assenze.

L’allenatore Laterza al termine della gara ha dichiarato: “ E’stata una vittoria importante al termine di una prestazione perfetta dal punto di vista dell’approccio, della mentalità e della gestione della gara …. i ragazzi sono stati eccezionali in tutto, sono contento per loro perchè meritavano una vittoria così. ….Questa vittoria fuori casa è importante perchè ci dà la possibilità di far crescere l’autostima e la consapevolezza nei nostri mezzi … da domani testa alla gara contro l’Andria“.

In merito alle scelte tecniche il mister ha dichiarato: “Tissone aveva un problema già ieri e non lo abbiamo voluto rischiare nè dall’inizio e nè a gara in corso. Corado? E’ un giocatore differente da Abayan, abbiamo provato le due punte e credo che la soluzione ha funzionato e ci potrà dare dei benefici anche in futuro. Diaz? Sono convinto che sarebbe tornato al gol“.

Sul nuovo acquisto Corado: “Ha fatto un grandissimo gol, di forza e di precisione. Si è fatto trovare al posto giusto al momento giusto. Abbiamo preso il giocatore perchè conoscevamo le sue qualità e sono contento che abbia trovato il gol all’esordio. Per noi è un giocatore importante e adesso speriamo di poter recuperare al 100% sia Corvino che Alfageme“.

SORRENTO-TARANTO 0 -3
Serie D/H 2020/2021,  21a Giornata
Sab 06.03.2021

SORRENTO (3-5-2): 1 Scarano; 2 Gargiulo Ale. (30’st 13 Cesarano), 5 Mezavilla, 6 Fusco;  3 Masullo, 4 La Monica, 8 Camara, 10 Mancino (30’st 18 Cassata), 7 Basile (15’st 14 Somma); 9 Cunzi, 11 Procida (10’st 20 Gargiulo Alf.). A disposizione: 12 Oliva, 15 Terminiello, 16 Maranzino, 17 Langella, 19 Vitale. Allenatore: Luca Fusco (squalificato, in panchina Gennaro Piccolo)
TARANTO (4-4-2): 1 Ciezkowski; 2 Boccia, 5 Rizzo, 6 Guastamacchia, 3 Ferrara (35’st 20 Serafino); 7 Guaita (10’st 16 Versienti), 4 Marsili, 8 Matute, 11 Santarpia (35’st 14 Marrazzo); 9 Diaz (39’st 19 Corvino), 10 Corado (26’st 17 Mastromonaco). A disposizione: 12 Caccetta, 13 Shehu, 15 Cannizzaro, 18 Tissone. Allenatore: Giuseppe Laterza
Arbitro: Abdoulaye Diop di Treviglio
Assistenti: Mirko Gizzi di Ciampino e Alberto Amoroso di Piacenza
Marcatori: 24’pt Santarpia (T), 43’pt Corado (T), 21’st Diaz (T)
Ammoniti: 11’pt Guastamacchia (T) per fallo su Masullo, 31’pt Mancino (S) per fallo su Guaita, 36’pt Procida (S) per fallo su Ferrara, 41’pt Guaita (T) per gioco falloso, 45’pt Masullo (S) per proteste, 8’st Corado (T) per fallo su La Monica
Espulsi: –
Note: Angoli: 1-0. Recupero: 1’pt e 5’st. Stadio

 

 

 

Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento