Mondo EVO, viverlo-usarlo-degustarlo

Condividi

Evento online dell’ 11 marzo 20:45 a cura Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche

TI SEI MAI CHIESTO SE L’OLIO EXTRAVERGINE ITALIANO È IL MIGLIORE DEL MONDO? MA QUANDO L’EXTRAVERGINE “PIZZICA IN GOLA” È ACIDO? È MEGLIO UN EXTRAVERGINE VERDE O GIALLO?

Sono solo alcuni dei quesiti che avranno una risposta nel corso delle degustazione organizzata dalla Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche in collaborazione con il Frantoio D’Erchie di Montemesola. All’incontro parteciperà Ciro D’Erchie, titolare dell’azienda e mastro oleario, la cui produzione di Coratina è stata premiata con il riconoscimento di “Grande Olio” dal panel di esperti e degustatori di Slow Food Italia. Il suo olio si è distinto per particolari pregi dal punto di vista organolettico e perché ben rispecchia territorio e cultivar tanto da essere inserito nella Guida agli extravergini di Slow Food editore (da oltre venti anni una guida per orientarsi nel mondo della produzione olivicola italiana).

“Impegnarsi perché il nostro cibo quotidiano diventi sempre più buono, pulito e giusto – dichiara Franco Peluso, fiduciario della Condotta Slow Food Grottaglie – significa  operare su più fronti partendo della necessità di tutelare e far emergere i produttori che, nel campo agroalimentare, vanno in questa direzione. Altro aspetto fondamentale, ovviamente connesso al precedente, riguarda la necessità di trasmettere ai consumatori tutti gli elementi per consentire di fare delle scelte consapevoli. La filiera dell’olio extravergine di oliva racchiude la complessità di questa missione in un mercato dominato da grandi marchi commerciali che impongono esclusivamente il prezzo e non l’autenticità e la qualità del prodotto. Nel corso della diretta proveremo a fornire tutti gli elementi utili per poter scegliere prodotti di qualità legati sia al territorio che al’uso nella sana alimentazione.”

I valori nutrizionali e le funzioni salutari dell’olio saranno alcuni degli elementi dell’intervento del nutrizionista Michele Sozio, professionista esperto e membro di Slow Food Puglia. 

Un viaggio in questo mondo che sarà reso più agevole grazie ai racconti ed alle analisi di Giuseppe Barretta, esperto di enogastronomia ed assaggiatore olio, in collaborazione con Franco Peluso, moderatore della serata. 

 “Conoscere e rispettare l’olio extravergine d’oliva – conclude Peluso – diventa quasi un nostro dovere sia a casa che al ristorante. Usare l’olio giusto per una ricetta  è molto importante e, facendo la scelta corretta l’esperienza del gusto sarà completa ed esaltante per il nostro palato. Fare la scelta dell’olio EVO giusto è fondamentale sin dall’uso nell’alimentazione pediatrica.”

Nel corso della serata, Giuseppe Barretta, condurrà una degustazione di tre monovarietali del Frantoio D’Erchie: Coratina, Frantoio e Leccino ricordando che  l’olio extravergine di qualità non è un semplice condimento, ma componente fondamentale della gastronomia italiana, capace di completare, esaltare e spesso migliorare ogni nostro piatto. 

La sensibilizzazione sull’uso dell’olio extravergine d’oliva rappresenta un valore di estrema importanza per l’alimentazione nella dieta mediterranea che gli ospiti della serata racconteranno con una modalità piacevole e coinvolgente adatta ad ogni età.   

Per partecipazione all’evento in diretta sarà sufficiente collegarsi l’ 11 marzo alle 20:45 alla pagina Facebook di Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche (@slowfoodgrottaglie).


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento