Angelo di Lena consigliere dell’unione dei comuni della fascia orientale della provincia di Taranto: “assenza di adeguati ristori per il covid rappresenta colpo di grazia per l’economia italiana”.

Condividi

“La chiusura di bar e ristoranti alle 18.00 , le fortissime limitazioni alle attività commerciali ed imprenditoriali, rappresentano un colpo di grazia per l’economia italiana, con il rischio di fallimento per una percentuale enorme di micro, piccole e medie imprese”.
Queste le preoccupazioni del consigliere dell’Unione dei comuni Angelo Di Lena che aggiunge: “se non saranno prese serie misure del Governo a sostegno dei cittadini che lavorano e ristori immediati ci sarà una catastrofe economica.
Tra commercio e turismo, c’è il rischio di bruciare mezzo miliardo di euro al giorno, quasi 20 miliardi al mese, denaro che va trovato e assicurato alle imprese e alle famiglie.
Il governo è già in ritardo.
Servono provvedimenti urgenti ora che la pandemia è riesplosa e tornata a livelli di contagio preoccupanti.
Non si può pensare solo ai vaccini.
La gente vuole risposte.”

 

Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento