Rigenerazione: a Grottaglie si lavora per il piano della mobilità sostenibile

Condividi

Oggi più che mai sta crescendo l’esigenza da parte dei cittadini di vivere in città che siano a misura d’uomo, città con al proprio interno tutta una serie di servizi che semplificano e migliorano la vita della comunità in senso lato dagli adulti sino ai bambini.
“È proprio attraverso questo concetto innovativo che si basa la Rigenerazione urbana-afferma l’Assessore all’urbanistica Giovanni Blasiche ha visto e sta vedendo tuttora l’impegno di questa Amministrazione nella sua realizzazione. Un progetto visionario che guarda oltre la linea dell’orizzonte e che pone le basi al nuovo modo di intendere la vita in città”.

È di qualche settimana fa l’incontro congiunto che si è svolto tra l’Amministrazione ed i dirigenti delle scuole di ogni ordine e grado rispetto al PUMS (Piano Urbano di Mobilità Sostenibile) ed altri ne seguiranno col coinvolgimento delle associazioni del territorio.

Il PUMS è un piano che rientra nel grande progetto di Rigenerazione urbana che sta interessando la nostra città, nello specifico attraverso la sua redazione e poi realizzazione, si prevede l’abbattimento dell’inquinamento atmosferico ed acustico grazie all’incentivazione della mobilità dolce a piedi e/o in bici, attraverso linee viarie dedicate e, caratterizzate anche da corridoi del verde. A ciò si aggiunge l’incremento dell’uso dei mezzi pubblici sia in città che fuori città, collegando tutti i punti di Grottaglie, soprattutto le zone periferiche, i centri sportivi, le aree di particolare interesse naturalistico ed il Quartiere delle Ceramiche.
Inoltre, il PUMS comporterà un radicale cambiamento per quanto riguarda il traffico e quindi la viabilità, motivo per cui si è tenuto l’incontro con le dirigenti delle scuole. Queste ultime, infatti, rappresentano punti nevralgici in cui il traffico si concentra in particolari ore di entrata e di uscita dei bambini/e e ragazzi/e con aumenti di emissioni da parte delle auto, peggiorando la salubrità dell’aria anche per i nostri piccoli e grandi studenti.

Un altro punto di rilievo e parte integrante della visione di città è la stesura del PEBA per l’abbattimento delle barriere architettoniche, il quale verrà prodotto grazie al contributo ricevuto dalla Regione. Per la sua stesura, l’Amministrazione ha convocato per martedì 16 marzo il Terzo settore locale per acquisire le loro osservazioni, segnalazioni e contributi per costruire insieme una città accogliente e accessibile per tutti e tutte.

“L’istituzione della ZTL nel Centro storico-prosegue Blasiha rappresentato poi, un tassello fondamentale per la mobilità sostenibile, non solo per l’intera città ma anche per gli stessi residenti in quella zona che risentono meno dei gas di scarico e che sta facendo scoprire angoli nascosti nel centro storico a turisti e a grottagliesi, vicoli percorribili a piedi, avvolti nel totale silenzio e tra i profumi di cucina che vengono fuori dalle case dei residenti”.

Oramai il modello di città, così come si intendeva, è superato; adesso le città del futuro devono puntare al raggiungimento del benessere psico-fisico dei suoi cittadini, favorendo così il  miglioramento della loro qualità di vita.

 

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento