A rischio le risorse della Regionale 8, Casartigiani: «inaccettabile»

Condividi

«L’ipotesi di disimpegno del finanziamento da parte della Regione Puglia per la realizzazione della Taranto-Avetrana, ci preoccupa e dimostra la scarsa attenzione delle istituzioni nei confronti del territorio ionico».
È quanto afferma il segretario provinciale di Casartigiani Taranto Stefano Castronuovo.
Già la scorsa estate si tentò di utilizzare le risorse destinate alla Regionale 8 per aiutare le imprese danneggiate dalla pandemia. Il rischio, che a maggio venne scongiurato, anche grazie all’azione congiunta delle associazioni di categoria, ora si ripresenta.
«Apprendiamo infatti che la Regione Puglia, per fronteggiare l’emergenza Covid, intende disimpegnare le risorse. È impensabile bloccare la realizzazione di un’opera strategica come la Taranto Avetrana che con i suoi 53 km a scorrimento veloce può favorire la mobilità turistica e lo sviluppo economico, turistico e produttivo del versante orientale della provincia di Taranto. – commenta ancora Castronuovo- non permetteremo di mettere le mani su un’infrastruttura così importante. Si tratta di una decisione che contrasta con l’impegno politico di rilanciare il nostro territorio. È inaccettabile che si metta a rischio la realizzazione di un’arteria stradale così importante per l’economia del nostro territorio. Noi non ci stiamo e ci opporremo con ogni mezzo».
Casartigiani esprime dunque forte contrarietà ed auspica un immediato passo indietro da parte dell’Ente Regione.
«Chiediamo ai consiglieri regionali della provincia di Taranto di farsi carico della nostra contrarietà e di intervenire a tutela del territorio e della sua comunità. – conclude il segretario provinciale di Casartigiani – Si acceleri l’iter procedurale e si porti a compimento quanto prima l’opera infrastrutturale».


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento