Al via prima edizione nazionale del “Torneo dire e contraddire”

Condividi

Tre anni addietro nell’ambito dell’Ordine degli Avvocati di Taranto è stato realizzato il “Torneo Dire e Contraddire” per insegnare agli studenti delle scuole superiori del nostro territorio a confrontarsi usando la “parola”: non più uno “scontro” basato su slogan e contrapposizioni frontali, forma di comunicazione assai diffusa nella odierna società, ma un “in-contro” in cui ognuno argomenta le proprie idee mediante la costruzione di un discorso.

 

Obiettivo dell’innovativo progetto, infatti, è quello di fornire ai giovani le tecniche per saper argomentare e contro argomentare in maniera efficace ed efficiente: dal “cosa dire” al “come dirlo”, permettendo di acquisire la padronanza del “saper dire” e “contraddire”.

Ora il progetto, ideato tre anni addietro a Taranto dal consigliere del CNF (Consiglio Nazionale Forense), Avv. Vincenzo Di Maggio e dall’Avv. Angela Mazzia, componente della Commissione educazione alla legalità dello stesso CNF, è diventata una “buona pratica” nazionale.

avv Angela Mazzia

È stata inserita, infatti, nel Protocollo d’intesa sottoscritto tra il CNF ed il Ministero dell’Istruzione, al fine di promuovere iniziative comuni volte a favorire e conseguire un miglioramento qualitativo dei percorsi educativi scolastici.

Alla prima edizione nazionale del “Torneo Dire e Contraddire” hanno aderito gli studenti di 12 classi di Scuole secondarie di secondo grado di Taranto, Milano e Roma: l’Istituto Tecnico Economico Pitagora e Liceo delle Scienze Umane Vittorino da Feltre di Taranto, il Liceo Leonardo da Vinci e il Liceo Manzoni di Milano, il Liceo Caetani, il Liceo Primo Levi ed il Liceo Seneca di Roma e l’Istituto Pontificio Sant’Apollinare del Vaticano.

L’evento di presentazione si è tenuto online venerdì 12 marzo. nell’occasione sono state annunciate le citazioni su tematiche di educazione civica, scelte dagli stessi ragazzi, che saranno al centro delle “dispute” in cui si affronteranno gli studenti partecipanti fino alla finalissima.

All’evento di presentazione sono intervenuti il Presidente del Consiglio Nazionale Forense, avv. Maria Masi, il Consigliere nazionale Cnf, avv. Vincenzo Di Maggio, il Consigliere nazionale Cnf, avv. Daniela Giraudo, il Presidente dell’Ordine degli avvocati di Milano, avv. Vinicio Nardo, il Presidente dell’Ordine degli avvocati di Taranto, avv. Fedele Moretti e il Presidente dell’Ordine degli avvocati di Roma, avv. Antonino Galletti, gli avvocati che hanno coordinato il progetto e i dirigenti scolastici degli istituti partecipanti.

Gli studenti delle 12 squadre si sfideranno poi sotto la guida dei componenti esterni della Commissione educazione alla legalità del Consiglio Nazionale Forense coordinata dalla Cons. Avv. Daniela Giraudo, gli avv.ti Angela Mazzia, responsabile del progetto, Giulia Cammilletti e Domenico Facchini e dei referenti territoriali: l’avv. Giovanni Fiorino per l’Ordine di Taranto, l’avv. Daniele Barelli per l’Ordine di Milano e gli avv.ti Viviana Minghelli e Ombretta Pacchiarotti per l’Ordine di Roma.

 

 

Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento