CALCIO SERIE D GIRONE H: un Taranto calcio determinato e cinico vince a Portici e consolida il primato in classifica

Condividi

PORTICI-TARANTO 1-4
Serie D/H 2020/2021, 12a Giornata di Recupero – Dom 14.03.2021
PORTICI: 1 Spina; 5 Arpino, 6 Bisceglia, 2 Schiavi (34’st 14 Marigliano), 3 Savarise (6’st 15 Del Gaudio), 4 Nappo, 8 Illuminato (6’st 20 Nacci), 7 Grieco (14’st 19 Conte), 11 De Luca (14’st 17 Guadagni); 9 Prisco, 10 Onda. A disposizione: 1 Schaeper, 13 Petrosino, 16 Esposito, 18 Vitiello. Allenatore: Domenico Panico
TARANTO : 1 Ciezkowski; 2 Shehu, 5 Rizzo G., 6 Silvestri, 3 Ferrara (42’st 13 Marrazzo); 7 Guaita (14’st 19 Rizzo N.), 4 Marsili [k], 8 Tissone, 11 Falcone (21’st 18 Corvino); 10 Santarpia (14’st 17 Mastromonaco), 9 Diaz (25’st 16 Versienti). A disposizione: 12 Caccetta, 14 Diaby, 15 Matute, 20 Serafino . Allenatore: Giuseppe Laterza
Arbitro: Alessandro Negrelli di Finale Emilia
Marcatori: 17’pt Arpino (P), 25’pt Santarpia (T), 39’pt Tissone (T), 6’st Falcone (T), 13’st Diaz (T)
Ammoniti: 1’st Panico (allenatore, P) per proteste, 2’st Schiavi (P) per gioco falloso, 5’st Diaz (T) per gioco falloso, 16’st Nacci (P) per gioco falloso, 40’st Del Gaudio (P) per fallo su Mastromonaco

Il Taranto è chiamato ad approfittare del recupero con l’ultima in classifica Portici dopo la opaca partita di Andria e lo fa nel migliore dei modi, con una vittoria altisonante. L’iniziale vantaggio del Portici per una incertezza del portiere Ciezkowski è solo una parentesi. Oggi il Taranto c’è, soprattutto con la testa, ed appare determinato, cinico.

Vediamo la cronaca: il Portici, fanalino di coda del campionato deve fare a meno di Maione, capocannoniere del girone. Il Taranto ha importanti assenze: Corado e Gonzalez infortunati, Diaby acciaccato in panchina e schiera la inedita coppia Marsili – Tissone in mediana, con il confermato Santarpia, Falcone e Guaita dietro Diaz. Esordisce Silvestri al centro della difesa. Il Taranto parte bene a fare la gara fin dal primo minuto, alla ricerca del gol. Buona la disposizione in campo della squadra, rapida nel movimenti, anche grazie ad un Tissone, rigenerato, grintoso su ogni pallone, in palla nella corsa e vero valore aggiunto oggi nel ruolo di centromediano. All’8’ un calcio d’angolo di Marsili viene deviato di testa sul palo da Tissone. Il Portici cerca di reagire, andando al cross in area al 15’ ma Schiavi di destro in area calcia alto. Poi il vantaggio del Portici, una doccia gelata al 16’: calcio da fermo, cross e Arpino di testa anticipa Ciezkowski. Il Taranto reagisce con Guaita, senza fortuna e schiaccia il Portici in difesa. Al 26’ Guaita di testa su cross di Ferrara colpisce la traversa, sul rimpallo Santarpia, si avventa come un rapace e calcia in porta siglando il suo terzo gol consecutivo in rossoblù in tre partite. E’ sempre più il bomber di questa squadra. Il Taranto spinge ancora in forcing, ma è il Portici che potrebbe addirittura segnare al 33’ con Prisco, che davanti al portiere, svirgola. Al 39’ il Taranto in vantaggio con un gol meraviglioso di Tissone, un tiro da 30 metri angolato che infila si all’angolo alto alla sinistra di Spina. Al 44’ è Onda a sfiorare il pareggio di testa su calcio d’angolo. Al 46’ Diaz sfiorare la terza rete di testa su cross di Santarpia. Nel secondo tempo le squadre rientrano in campo con le stesse formazioni. Il Taranto ha il pallino del gioco, Portici difende. Al 51’ tris del Taranto con Falcone che entra in area e di sinistro in diagonale batte Spina. Al 54’ Santarpia passa a Diaz che solo davanti al portiere sbaglia. Ma Diaz oggi vuole il gol ed in mischia in area su calcio d’angolo segna. Esordisce anche Nicolas Rizzo. La partita non cala di tono, anzi. Al 69’ Mastromonaco ci prova dal limite, ma il suo tiro è centrale. Al 74’ ci prova il Portici con Bisceglia per i biancazzurri, ma la palla finisce alta. Al 76’ di nuovo Mastromonaco, palla alta. Tre i minuti di recupero, il Taranto torna a casa con 3 punti pesanti.
I campani si sono dimostrati buona squadra che non merita zona bassa. Fondamentale la coppia Marsili e Tissone.  Il Taranto oggi ha vinto a centrocampo la sua partita. Molto positivo, infine, l‘esordio di Rizzo che, per poco, non realizzava un bellissimo gol su pallonetto ed anche quello di Silvestri. Appare sempre più in questo squadra la mano del direttore  Montervino che ha saputo creare un bel gruppo, con giocatori di qualità, dalle caratteristiche differenti. Il Taranto allunga in classifica e domenica prossima c’è la supersfida col Casarano, oggi vittoriosa contro il Sorrento.

Nelle parole di Laterza la sintesi della partita: “E’ stata una vittoria importante, questa partita la dovevamo vincerla per forza e non potevamo sbagliare, era una partita dove dovevamo mettere da parte la superficialità, avendo rispetto di tutti. Mentalmente andava preparata nel modo giusto e oggi i ragazzi sono stati bravi per tutti i 95 minuti”

 

Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento