Panico all’Ospedale San Marco di Grottaglie

Condividi

Una sirena d’allarme ha squarciato il silenzio alle cinque di questa mattina andando avanti con il suo rumore assordante per ben tre ore, al punto che i residenti della zona limitrofa hanno chiamato Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani.

Da subito è stato chiaro che il problema riguardava il grande silos posto sul retro della struttura dove viene raccolto l’ossigeno che alimenta il sistema centrale di respirazione assistita dell’Ospedale San Marco.

Da un lato si è temuta l’esplosione della cisterna e dall’altro si è generata una grande apprensione per i 48 pazienti covid ricoverati nella struttura e bisognosi di ossigeno.

Sul posto è intervenuta una autocisterna che, come ritratto in foto, ha cosparso il silos di un liquido bianco, presumibilmente schiuma anti incendio.

Fonti interne alla struttura riferiscono che la attivazione dell’allarme è stata causata da uno sbalzo di pressione nel sistema di ventilazione e che il problema è stata risolto in mattinata.

 

Condividi

Ettore Mirelli

Avvocato, poeta e scrittore

Lascia un commento