CALCIO SERIE D GIRONE H:  Un Taranto determinato batte il Molfetta con un ampio 3 a 1

Condividi

TARANTO – MOLFETTA 3-1
Serie D/H 2020/2021, 14a Giornata – Mer 24.03.2021
TARANTO (4-2-3-1): 1 Ciezkowski; 2 Boccia, 5 G. Rizzo, 6 Guastamacchia, 3 Ferrara; 7 Versienti (dal 66’ 20 Diaz), 4 Marsili, 8 Tissone (dall’83’ 16 Matute), 11 Falcone (dal 75’ 18 Corvino); 9 Santarpia (dal 10’ 19 Serafino, dall’83’ 15 Diaby), 10 N. Rizzo. A disposizione: 12 Caccetta, 13 Shehu, 14 Silvestri, 17 Mastromonaco. Allenatore: Giuseppe Laterza.
MOLFETTA (4-4-2): 1 Rollo; 6 Fucci, 2 Pinto (dal 46’ 14 Forte), 5 Di Bari, 3 Diallò; 4 Cianciaruso (dal 78’ 15 Afri Derbe), 8 Rafetraniaina, 10 Strambelli, 7 Varriale; 9 Acosta (dal 66’ 19 Ventura), 11 Triggiani (dal 35’ Caprioli). A disposizione: 12 Tucci, 13 Kaleba, 16 Conteh, 17 Massarelli, 20 Lacarra. Allenatore: Renato Bartoli.
Arbitro: Giuseppe Mucera di Palermo

Il Taranto chiamato alla vittoria dopo il pareggio contro il Casarano risponde con determinazione e coglie un importante ed ampio successo col Molfetta, anche se resta il rammarico per il pareggio col Casarano che si avvicina alla vetta, vincendo a Bitonto, con una partita in meno.

Il Molfetta si presenta con le credenziali di squadra in forma avendo nelle ultime 6 gare ottenuto 4 vittorie e due pareggi. Laterza lascia in panca Diaz e Diaby e butta in campo dal primo Santarpia e Nicolas Rizzo, mentre Versienti è al posto dell’infortunato Guaita.

Il Taranto appare da subito ben messo in campo ed inizia bene. Al 1′ Santarpia stoppa un cross di Ferrara, si gira e tira, fuori. Al 13′ Marsili dalla distanza, Rollo blocca in due tempi. Al 14’ esce Santarpia, infortunatoso in un contrasto ed entra Serafino.

Il Molfetta nei minuti successivi si rende pericoloso, prima al 18′ con Costa, che calcia sull’esterno della rete e poi con Cianciaruso, che da vicino calcia sicuro, ma Ciezwkowski chiude lo specchio. Al 24’  Rafetraniaina già ammonito viene nuovamente sanzionato e lascia il Molfetta in 10 uomini.

Il Taranto ne approfitta e intensifica e al 28’ dopo tre calci d’angolo, su mischia in area Serafino mette la palla in rete su una azione di rimpallo in area. Il Taranto insiste con azioni di attacco, ma non riesce a raddoppiare, al 31’ con N. Rizzo, poi con Falcone e, infine, nuovamente con Serafino.

Nel SECONDO TEMPO il Taranto mantiene il pallino del gioco, continuando a produrre anche azioni da rete. Al 58’ è Nicolas Rizzo che tira alto, poi al 59’ su colpo d testa di Serafino, che da vicino alla porta sbaglia clamorosamente. Al 70’ è N. Rizzo che si invola e si procura un calcio di rigore.

Dal dischetto Diaz spiazza il portiere. Quando la partita sembra spegnersi Strambelli sigla al 76’ una rete. Il Taranto mantiene non demorde e all’89’, sempre con N. Rizzo, si procura un secondo calcio di rigore. Questa volta lo batte Corvino, che torna al gol dopo tanti mesi di stop. Nei tre minuti di recupero non accade nulla.

Il Taranto torna alla vittoria dopo il pareggio di Casarano, con un arbitraggio ineccepibile rispetto alla domenica precedente.

La sintesi della partita nelle parole dell’allenatore del Taranto Laterza: “Era importante vincere, questo era il nostro primo obiettivo” e domenica c’è la sfida contro il Brindisi “Giocheremo contro una squadra che ha bisogno di punti e che sicuramente giocherà con il piglio giusto. Vengono dalla sconfitta di oggi e la cosa che mi preoccupa di più, oltre alla forza della squadra, è il terreno di gioco. Mi dicono che non sarà facile giocare palla a terra”.


Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento