Taranto, identificato e denunciato dalla Polizia di Stato un “topo d’auto”

Condividi

Nell’ultimo periodo considerato l’aumento di furti e di tentativi di furto perpetrati su auto in sosta nella zona del centro cittadino sono stati   predisposti dalla Questura di Taranto mirati servizi di contrasto al fenomeno.

Nel pomeriggio di mercoledì, così, i Falchi della Squadra Mobile, nel transitare nella zona di via Alto Adige hanno notato  un uomo che, alla vista della pattuglia, ha tentato palesemente di  nascondersi tra le auto in sosta e, nel contempo, si è sbarazzato di alcuni oggetti lanciandoli sotto una macchina parcheggiata. 

L’uomo è stato immediatamente raggiunto e bloccato dai poliziotti che hanno recuperato anche quanto appena gettato, appurando che si trattava di alcuni pacchi recanti il logo di una società di spedizioni. 

Fatti gli opportuni accertamenti, gli agenti hanno rintracciato telefonicamente  il corriere che ha poi confermato di aver subito un furto proprio quel pomeriggio. I Falchi, inoltre, hanno accertato che il ladro era lo stesso – indossava anche gli stessi indumenti! – immortalato dalle immagini di alcuni impianti di video sorveglianza, qualche giorno prima in uno degli ultimi furti verificatosi in città.

Le immagini  lo  avevano ripreso mentre, dopo aver infranto il vetro di una autovettura, si impossessava di un telefono cellulare. 

Il fermato,  un 46enne residente a Manduria, gravato da numerosi precedenti specifici, al termine delle formalità di rito, è stato denunciato in stato di libertà per furto.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento