Il Buongiorno di Pina Colitta. L’uovo

Condividi

Un buongiorno con il simbolo della Pasqua, l’uovo. Le uova come simbolo pasquale hanno origini molto antiche, legate soprattutto alla primavera, come stagione feconda. Rappresenta la Pasqua nel mondo intero: dipinto, intagliato, di cioccolato, di terracotta e di cartapesta. Quelle colorate o dorate hanno un’origine molto più antica rispetto a quelle di cioccolato. Sicuramente per la loro forma e sostanza molto particolare, hanno sempre rivestito un ruolo unico, quello del simbolo della vita in sé, ma anche del mistero, quasi della sacralità. Nell’iconografia cristiana, l’uovo è il simbolo della Resurrezione: il guscio rappresenta la tomba dalla quale esce un essere vivente. Per i pagani l’uovo è il simbolo della fertilità: l’eterno ritorno alla vita.
Da dove nasce questa usanza?
Da una leggenda: Maria Maddalena trova il sepolcro di Gesù vuoto, corre dai discepoli e annuncia la straordinaria notizia. Pietro, incredulo, dice: “Crederò a quello che dici solo se le uova contenute in quel cestello diverranno rosse.” E subito le uova si colorano di un rosso intenso!

Uova sode farcite e accompagnate con fave novelle e catalogna (foto S. Del Piano)

La Pasquetta o Lunedì dell’Angelo (per l’incontro dell’angelo con le donne del sepolcro) è il giorno tanto atteso dopo la Pasqua, perché è una giornata da trascorrere fuori, all’aria aperta, con amici o parenti, con lo spirito di un pic-nic sull’erba o oppure in qualche casa di campagna o ancora in agriturismo, almeno così lo era fino al 2019.

Oggi non possiamo immergerci nella natura se non con il ricordo o osservandola da finestre e balconi; non per questo la nostra “resurrezione” resta a metà. Tutt’altro! Assume una forza e si carica di un desiderio che, se solo ne riconosciamo il valore, ci può permettere di “rinascere” ancora più nel profondo, cercando quell’immersione con il mondo circostante che in passato abbiamo dato sempre per scontato.

Ingredienti per

una Buona Pasquetta:
amici in abbondanza;
sole quanto basta
Che sia un giorno di sole,
non tanto fuori ma dentro di te,
che i sorrisi siano fonte di luce,
e che l’amicizia e i gesti condivisi,
si trasformino in una carica di energia durevole.

Stephen Littleword

Buona Pasquetta!

(in copertina: Paesaggio murgiano, foto S. Del Piano)

 

Condividi

Lascia un commento