Massimo Serio, Assurda vicenda del lavoratore Mittal licenziato: il nostro appello per il reintegro

Condividi

Sull’assurda vicenda che ha portato al licenziamento del lavoratore ex Ilva di Taranto interveniamo con forza contro la decisione messa in atto dall’Ad Morselli.

Troviamo assolutamente spropositato il provvedimento adottato a danno di un lavoratore, padre di famiglia, che da oltre vent’anni presta servizio presso l’acciaieria di Taranto.

Una condivisione, in forma privata, su fb di un post-invito a vedere la fiction “Svegliati amore mio” non può scatenare l’estrema sanzione!

Articolo Uno Taranto, disapprova in toto tale decisione della Mittal e, oltre ad esprimere piena solidarietà a Riccardo Cristello, lancia un accorato appello a tutte le forze politiche, a tutte le figure istituzionali del territorio ad intervenire contro il licenziamento del lavoratore e dunque per assicurare in tempi brevi il reintegro. Chiediamo al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, di scendere in campo, perché non si possono subire anche questo tipo di limitazioni in un territorio che ogni giorno vive la fabbrica, convive con questa realtà.

Un Ad che prende tali provvedimenti dimostra di non essere vicino e di non comprende la nostra comunità, pertanto chiediamo che venga rimossa dall’incarico.

Massimo Serio
Segretario provinciale Articolo Uno Taranto
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento