La gita d’istruzione diventa virtuale, “CodyTrip” svela le bellezze di Taranto a 38mila studenti

Condividi

TARANTO – L’assessore alla Pubblica Istruzione Deborah Cinquepalmi “guida” per un giorno, davanti al pubblico virtuale di 38mila studenti collegati da oltre 800 città, per l’iniziativa “CodyTrip” che quest’anno ha fatto tappa a Taranto.
Proposta alle scuole primarie e secondarie di primo grado dalla Digit srl, spin-off dell’Università degli studi di Urbino, in collaborazione con Giunti Scuola e Alpitour, “CodyTrip” è la nuova frontiera della gita d’istruzione, diventata virtuale per superare gli ostacoli di questo particolare periodo, che “non sostituisce l’esperienza del viaggio – come detto da Alessandro Bogliolo, responsabile dell’iniziativa –, ma la anticipa, offrendo la possibilità di conoscere e apprezzare online luoghi e territori da tornare a visitare di persona”.
«Ho avuto il piacere di avviare un pezzo significativo di questa visita virtuale della nostra città – le parole dell’assessore –, la mini-crociera sui catamarani della Jonian Dolphin Conservation, alla ricerca dei delfini del mar Jonio. Un’esperienza interessante, un modello di promozione originale sul quale costruire opportunità per il futuro».
Dopo aver solcato virtualmente il mare, i “CodyTripper” hanno visitato il centro di ricerca Ketos a Palazzo Amati, hanno scoperto la bellezza dei vicoli della Città Vecchia e conosciuto i tesori custoditi nel Museo Archeologico di Taranto.

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento