“Piccolo blu e piccolo giallo” nel Bibliobus di Basequa all’Ipercoop

Condividi

Nel Bibliobus di Basequa si è parlato di lotta ai pregiudizi e del diritto di affermare la propria identità!

Il Bibliobus, il primo in Puglia – e uno dei pochi in Italia – è una biblioteca itinerante realizzata, nell’ambito del progetto “Basequa”, in un autobus destinato alla rottamazione messo a disposizione da Kyma Mobilità.

Per la prima volta il Bibliobus è stato ospitato nel parco bimbi del centro commerciale dell’Ipercoop di Taranto; infatti Coop Alleanza 3.0, da sempre vicina alle iniziative del mondo della solidarietà e del volontariato locale, sostiene il progetto Basequa con il suo Bibliobus.

In programma una delle attività del progetto Basequa curate dal Crest: la narrazione in streaming, a cura Giovanni Guarino, del libro “Piccolo blu e piccolo giallo” di Leo Lionni, un classico della letteratura dell’infanzia che racconta la magia, indispensabile per crescere, dell’integrazione con chi è diverso da noi.

Piccolo blu e piccolo giallo sono due macchie di colore adorano giocare insieme. Ma quando si abbracciano diventano verdi e i loro genitori non li riconoscono più. Come far loro capire che sono sempre gli stessi? Ancora una volta basterà un abbraccio per sciogliere i pregiudizi e comprendere quanto importante sia mescolarsi, imparare, cambiare l’uno a contatto con l’altro per creare una nuova entità di più forte e più complessa.

Al debutto del Bibliobus nel centro commerciale dell’Ipercoop di Taranto erano presenti Filomena Marangi, presidente del Consiglio di zona di Taranto dei Soci Coop, e Teresa Nicoletti, Responsabile Sociale di Territorio Direzione Politiche Sociali e Relazioni Territoriali di Coop Alleanza 3.0, che ha dichiarato: «siamo felici di aver sostenuto una iniziativa come il Bibliobus che, promuovendo la lettura, porta messaggi positivi di speranza e di integrazione su tutto il territorio. Il nostro auspicio è che, non appena diventeremo zona gialla, il Bibliobus possa tornare da noi per realizzare anche attività che, con momenti ludici e di promozione della lettura, coinvolgano direttamente piccoli e grandi!»

Presente Paolo Castronovi, assessore comunale alle Società partecipate e all’Ambiente, che ha portato il saluto del Sindaco Rinaldo Melucci: «il progetto Basequa, che ha come capofila la Biblioteca comunale “Acclavio” e nel partenariato Kyma Mobilità, rappresenta – ha commentato Paolo Castronovi – un perfetto esempio di quella collaborazione tra istituzioni, terzo settore e profit che riesce a realizzare cose grandiose, proprio come questo Bibliobus. Lo abbiamo visto in occasione della pandemia: quando la nostra comunità è coesa riesce a raggiungere obiettivi straordinari!»

 

Il Bibliobus è una delle attività di “Basequa”, l’acronimo di “BibliotecaAttivismoSvagoEcologiaQUArtiere” con cui è conosciuto sui social il progetto “Dall’IO al NOI: un equilibrio tra la cura dello spazio e delle relazioni” che prevede tantissime attività per la rigenerazione urbana e sociale del quartiere Solito-Corvisea.

Presentato dalla capofila Biblioteca comunale “Acclavio” – Sezione ragazzi “Acclavio Kids”, il progetto è stato finanziato dal MIBACT e vede all’opera in partenariato CSV Taranto, Kyma Mobilità, il Crest, Ciurma e gruppo Plasticaqquà.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento