Un nuovo monumento a Leporano, Fragagnano e San Marzano con la “Giornata della Memoria… per non dimenticare mai”

Condividi

A Leporano mons. Filippo Santoro, a Fragagnano la Viceministra alle Infrastrutture Teresa Bellanova e a San Marzano don Luigi Ciotti

Anche quest’anno, grazie alla iniziativa di Cosimo Semeraro, presidente del Comitato “12 giugno” Vittime del Lavoro e del Dovere e del Volontariato, sul nostro territorio si celebrerà la “Giornata della memoria… per non dimenticare mai”.

Il “Comitato 12 Giugno”,  presidente Cosimo Semeraro (foto di copertina), costituito per onorare la memoria di tutti i caduti sul lavoro, ricorda quella infausta giornata dell’anno 2003, quando, in un incidente su una gru in manovra all’Ilva di Taranto, morirono gli operai Paolo Franco e Pasquale D’Ettorre.

Quest’anno l’evento si svilupperà in location della provincia jonica: a Leporano, Fragagnano e San Marzano di San Giuseppe.

Le celebrazioni inizieranno sabato 29 maggio a Leporano con l’organizzazione della locale Amministrazione comunale: il raduno iniziale è in programma alle ore 11.00 in Piazza Maria Immacolata, nelle vicinanze del Municipio, da dove il corteo raggiungerà la Chiesa Madre per la Santa Messa che sarà celebrata da S.E. mons. Filippo Santoro, Arcivescovo Metropolita di Taranto. Dopo la celebrazione il corteo si recherà in Piazza Luogovivo, nei pressi della locale Stazione dei Carabinieri, dove sarà inaugurato il Monumento dedicato alle vittime del lavoro e del volontariato, l’undicesimo promosso dal “Comitato 12 Giugno”: qui sarà deposta la corona inviata dal Presidente della Camera dei Deputati e, infine, ci sarà la cerimonia di intitolazione di questa area al leporanese Luigi Delliponti, Fuciliere di Marina ed Assaltatore del Battaglione San Marco di Brindisi, deceduto nel 2012. Per onorare la memoria di Luigi Delliponti interverrà il Contrammiraglio Luca Anconelli, comandante della Brigata San Marco, con un picchetto d’onore del Raggruppamento Anfibio “San Marco” della Marina Militare.

Sabato 12 giugno le celebrazioni si sposteranno a Fragagnano, con il raduno alle ore 10.00 davanti alla Chiesa Madre dove sarà celebrata la Santa Messa; al termine i partecipanti si sposteranno in corteo nella piazza adiacente, alle spalle della chiesa, dove sarà inaugurato il Monumento dedicato alle vittime del lavoro e del Volontariato, il dodicesimo promosso dal “Comitato 12 Giugno”, e sarà deposta la corona inviata dal Consiglio dei Ministri; nell’occasione interverrà la Viceministra alle Infrastrutture Teresa Bellanova che terrà un discorso.

Nel pomeriggio della stessa giornata, sabato 12 giugno, la manifestazione si sposterà a San Marzano di San Giuseppe, con il raduno alle ore 16.00 davanti la Chiesa Madre dove don Luigi Ciotti, presidente dell’Associazione “Libera Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie”, celebrerà la Santa Messa; dopo la celebrazione i partecipanti raggiungeranno Piazza Cavallo dove sarà inaugurato il Monumento dedicato alle vittime del lavoro e del Volontariato, il tredicesimo promosso dal “Comitato 12 Giugno”, e sarà deposta la corona inviata dal Presidente del Senato.

Con la Giornata della Memoria il “Comitato 12 giugno” intende raggiungere molteplici obiettivi, tra i quali sollecitare il Parlamento e il Governo affinché i processi relativi agli infortuni e alle malattie professionali abbiano durata massima di due anni e che comunque non vadano in prescrizione, nonché il riconoscimento a livello nazionale del 12 giugno come Giornata della Memoria delle Vittime del Lavoro.

Più in generale l’intento è quello di sensibilizzare alla cultura della prevenzione agli infortuni e alla tutela ambientale nei luoghi di lavoro

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento