Pd: partito multiculturale e aperto al confronto

Condividi

Tutte le iscrizioni al partito hanno un‘importanza considerevole, ma questa certamente rappresenta un quid pluris, perché è anche un input per ribadire le caratteristiche essenziali del Partito Democratico: multiculturale e aperto al confronto. Le differenze qui non sono un motivo di scontro, ma un’occasione da non perdere per arricchirsi attraverso la conoscenza ed il dialogo”. Nicola Oddati, commissario provinciale del Pd di Taranto si esprime così nella conferenza stampa tenuta in tarda mattinata nella sede della Federazione provinciale, in Via Principe Amedeo a Taranto, e organizzata per presentare ufficialmente la nuova iscritta. Si chiama Fatbardha Boshnjaku (detta Bianca) ed è nata a Durazzo (Albania), ha 47 anni e vive a Taranto.  Fatbardha Boshnjaku dice di scegliere il Partito Democratico perché incarna la sua idea di politica: inclusiva, accogliente, vicina alle esigenze della gente e pronta ad interpretare, con competenza e sensibilità,  il nuovo che avanza.

La conferenza stampa si tiene in un giorno particolare per il territorio jonico:  viene letta intorno alle 10.30 infatti la sentenza di primo grado del Tribunale di Taranto nell’ambito dell’inchiesta Ambiente Svenduto.

Nicola Oddati: “Sono a Taranto oggi, proprio mentre una sentenza storica, quella del processo “ambiente svenduto”, chiude per sempre una fase amara e terribile della vita della città, sancendo le enormi responsabilità, morali e dirette, dei Riva.
Ora la politica sia conseguente e determinata nell’aprire un processo radicale di decarbonizzazione dello stabilimento e di chiusura dell’area a caldo.
La salute dei tarantini viene prima di tutto. Taranto, lo abbiamo detto più volte e lo ribadiamo, sarà emblema della transizione ecologica; di questo l’attuale Partito Democratico è orgoglioso. Lo  dimostra anche il primo cittadino Rinaldo Melucci che con coraggio e convinzione pretende il rispetto della comunità che rappresenta”.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento