Melucci: «Nuovo stadio comunale, si parte. I cittadini diranno la loro»

Condividi

Come annunciato, il prossimo venerdì 11 giugno la Giunta comunale discuterà e porrà in approvazione lo schema di avviso pubblico della Direzione Urbanistica per la concessione pluridecennale di quello che sarà il nuovo stadio civico “Erasmo Iacovone”, che verrà realizzato in luogo dell’esistente, secondo i più moderni standard nazionali ed internazionali per il gioco del calcio, ma anche secondo un progetto che mira a rifunzionalizzare l’intero ambito al quartiere Salinella, con l’intento di lasciare spazio nel piano imprenditoriale a servizi commerciali e logistici per l’accoglienza di grandi eventi, non solo sportivi.

La procedura sopra soglia comunitaria si baserà sul cosiddetto dialogo competitivo, e nel partenariato tra pubblico e privato potrà contare su una dotazione iniziale fino a 25 milioni di euro, collegati al masterplan relativo ai XX Giochi del Mediterraneo di Taranto 2026.

Saranno previsti momenti di partecipazione con operatori e cittadini. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Rinaldo Melucci avrà modo di promuovere adeguatamente la pubblicazione e la diffusione dei contenuti dell’avviso in parola.

«Ci siamo. Siamo tutti col fiato sospeso per i rossoblù del calcio, ma intanto vogliamo regalare un grande sogno a tutti i tifosi ionici. In breve volgere di tempo, i rossoblù potranno godere di una nuova modernissima e confortevole casa – ha dichiarato il primo cittadino ionico –, e tutta l’area, insieme con la grande riqualificazione che è già partita in vista dei Giochi del Mediterraneo, rappresenterà un formidabile attrattore, non solo sportivo, per l’intera comunità. Ora non ci resta che tifare a squarciagola, il Taranto è dei tarantini, arrivano giorni importanti».

Per questa occasione, il Politecnico di Bari, con il quale il Comune ha sottoscritto un’apposita convenzione, ha realizzato alcune visioni artistiche del nuovo stadio che presto saranno oggetto di una mostra alla biblioteca Acclavio.

 

Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento