Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche eletto all’unanimità il nuovo Comitato di Condotta

Condividi

I soci della Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche rinnovano all’unanimità il Comitato di Condotta eleggendo 7 componenti e confermano nella carica il fiduciario Franco Peluso. Un grande risultato che vede la maggioranza di giovani e la maggioranza di donne che guideranno per i prossimi quattro anni la condotta grottagliese con impegno e passione per promuove le tante iniziative e progetti nel segno del Buono, Pulito e Giusto.

Nata quattro anni or sono per valorizzare il territorio e promuovere eventi e progetti, diffondere la conoscenza dei prodotti locali ed artigianali, incoraggiare un’agricoltura sostenibile, mettere in contatto produttori e consumatori, contribuire all’offerta formativa, nella consapevolezza che le scelte alimentari quotidiane influiscono sul futuro del pianeta e delle generazioni, la Condotta ha dato forti segnali di vitalità. Sono stati organizzati molti eventi ed iniziative anche in collaborazione con associazioni locali e internazionali puntando molto sulla formazione e sul ruolo dei giovani. Il nuovo Comitato eletto prevede, oltre il fiduciario Franco Peluso, i soci Vincenzo Santoro (tesoriere), Daniela Lentini (segreteria di Comitato e rapporti con gli enti), Morena Manisi (relazioni con i soci), Anna Renna (gestione eventi), Antonio Todaro (biodiversità e rapporti con gli agricoltori) ed Alessandra Ciracì (educazione e formazione).

Gli obiettivi della condotta Slow Food Grottaglie – Vigne e Ceramiche sono quelli che fanno capo alla filosofia originaria dell’associazione. Ogni giorno Slow Food lavora in 150 Paesi per promuovere un’alimentazione buona, pulita e giusta per tutti, perché ritiene “che l’educazione debba essere un diritto di tutti, senza distinzione di sesso, lingua, etnia, religione; accessibile nei diversi luoghi e a qualsiasi età, affinché non si rimandi alla prossima generazione ciò che si può contribuire a migliorare oggi”. Difendere il patrimonio gastronomico vero ed autentico, perché il cibo è anche storia, tradizione, scelta alimentare: promuovere un consumo consapevole, valorizzando le produzioni locali e di qualità; incentivare comportamenti virtuosi per il benessere di oggi e delle future generazioni, il rispetto dell’ambiente e della salute; divulgare la cultura e l’arte enogastronomica, attraverso corsi, degustazioni, giochi sensoriali, esercitazioni in cucina e visite alle aziende; educare, in particolare, i bambini e i ragazzi, attraverso l’interazione con le scuole e con le famiglie.

Dichiara Franco Peluso, fiduciario Slow Food Grottaglie – Vigne e Ceramiche: in questi ultimi anni abbiamo operato coinvolgendo molte persone cercando di dare il nostro contributo nelle valorizzazione del territorio e sostenendolo in progetti sociali tra i quali l’iniziativa Cibo per una Buona Azione che nel corso della pandemia ha contribuito a realizzare pacchi di cibo per oltre 200 famiglie. Per i prossimi quattro anni di mandato punteremo a realizzare campagne di Advocacy, continueremo a realizzare eventi per la tutela della Biodiversità, daremo il nostro contributo in una serie di progetti di Educazione ed Azione Comune. In particolare, con le altre Condotte locali, porteremo avanti il progetto nazionale Slow Food Travel. Continueremo a promuovere il dialogo aperto e costruttivo e gli scambi di esperienze e progetti sia con le realtà del nostro territorio che con altri territori sia italiani che esteri come abbiamo fatto in questi anni con la Scozia e con la rete dei giovani convinti che la rinascita di Slow Food ed il vero cambiamento potrà avvenire con un reale alternanza generazionale. Uno dei progetti fondamentali di questo mandato sarà quello di valorizzare la cultura della ceramica d’uso, reale espressione del nostro territorio la cui tutela è fondamentale per il nostro territorio.”

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento