Casa Quasimodo ricorda così il Nobel Salvatore nel 53esimo dalla morte

Condividi

MODICA (Rg) – Il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo ricorda il 53mo anniversario della morte del Nobel, avvenuta ad Amalfi il 14 Giugno del 1968 all’età di 66 anni. La cerimonia, organizzata dall’Associazione culturale Proserpina che gestisce il museo, si tiene lunedì alle 18 presso la casa natale di via Posterla 84. Parteciperanno il sindaco Ignazio Abbate, l’assessore alla Cultura, Maria Monisteri, ed il Direttore onorario del Museo di Modica e Ispettore Onorario del Parco archeologico di Kamarina e Cava Ispica Giovanni Di Stefano. Dopo l’apposizione di una corona di alloro sulla lapide che ricorda il Nobel, Michele Armenia, docente presso il “Liceo Classico G. Galilei – T. Campailla”, tratterà della traduzione dell’Iliade di Omero ad opera di Salvatore Quasimodo. Si tratta della più recente acquisizione al patrimonio librario del museo, un raro volume con ventisei canti tradotti da Salvatore Quasimodo, resi in una lingua moderna ma sempre rispettosa dell’impianto classico.

Modica (Rg), la scala d’accesso a Casa Quasimodo (ph. S. Del Piano)

 

L’Associazione culturale Proserpina è felice di accogliere nuovamente, dopo il periodo di inevitabile chiusura  a causa del Covid, i visitatori nella casa natale del Poeta, offrendo un contatto diretto con i suoi originali ambienti domestici, mostrando suppellettili e documenti della vita di Salvatore Quasimodo, offrendo la possibilità di poter assistere a recital e declamazioni poetiche del figlio Alessandro, quando programmate.  La visita alla casa natale è un’esperienza complessa poiché significa varcare la soglia di un mondo interiore, entrare in contatto con il paesaggio che il Poeta osservava, vivere le molteplici iniziative che con tanta cura l’Associazione organizza e propone, con l’immancabile professionalità e preparazione. Vivere l’emozione immersiva di visitare Casa Quasimodo è importante per adulti e giovani, perché la poesia non è solo una rima e un verso stampato in un libro; la poesia è Vita. Anche quotidiana.

Modica (Rg), tramonto da Casa Quasimodo (ph. S. Del Piano)

 

 

Condividi

Sabrina Del Piano

Archeologa preistorica, dottore di ricerca in geomorfologia e dinamica ambientale, esperta in analisi dei paesaggi. Operatore culturale, ideatrice di eventi culturali, editoriali ed artistici. Expert in prehistoric archaeology, geomorphology and landscapes analysis. Cultural operator and art events organizer

Lascia un commento