Di Gregorio(PD): Regione e Asl al lavoro per l’acquisto di apparecchiature per il “San Cataldo”

Condividi

“I lavori per il nuovo  non possono subire stop.

Taranto non può aspettare”. Lo ha ribadito il consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio (Pd) nel corso dell’audizione in III Commissione Sanità svoltasi oggi. A chiedere la riunione è stato lo stesso Di Gregorio (Vicepresidente della Commissione), allarmato per la possibilità che il grande cantiere alla periferia di Taranto, possa fermarsi per mancanza di risorse finanziarie per l’acquisto di apparecchiature elettromedicali, arredi, attrezzature.

“Il pericolo è concreto – continua il consigliere regionale – lo hanno confermato questa mattina il direttore del Dipartimento Sanità Vito Montanaro e il direttore generale dell’Asl di Taranto Stefano Rossi. Sempre oggi, però, ho ricevuto assicurazioni confortanti sulla comune volontà di Regione e Asl di reperire i finanziamenti necessari a dare continuità ai lavori che procedono speditamente”.

Grazie ai ribassi d’asta per le costruzioni murarie, sono stati accantonati 47 milioni di euro (207 base d’asta, 160 aggiudicazione). “Questa somma sarebbe immediatamente disponibile per avviare le prime procedure di acquisto, ma potrebbe servire anche per altri scopi durante la costruzione – spiega Di Gregorio – in ogni caso, non è sufficiente a coprire l’intero fabbisogno così suddiviso: 80 milioni (Iva compresa) per attrezzature elettromedicali; 31 milioni per arredi (Iva compresa). A questi vanno aggiunti circa 14 milioni (più Iva) per i lavori edili necessari all’installazione delle apparecchiature”.

Le strade percorribili sono due. “La prima – continua Di Gregorio – è costituita dal Recovery Plan nel quale la Regione ha previsto 84 milioni di euro in più proprio per le attrezzature del San Cataldo. Purtroppo, allo stato attuale, il Recovery non ha ancora elementi di concretezza tali da consentire di avviare le procedure di gara e quindi questa somma non è immediatamente disponibile. L’altra possibilità, ha spiegato il direttore Montanaro, è l’utilizzo di canali di finanziamento specifici per assicurare continuità a opere di grande importanza come l’ospedale San Cataldo”.

“Già domani – informa il consigliere regionale – Montanaro e Rossi si incontreranno per discutere le attività post pandemia, ma affronteranno anche la questione del nuovo ospedale di Taranto. A tal proposito ho chiesto che alla Commissione Sanità sia inviato un resoconto dettagliato della riunione e delle eventuali decisioni assunte”.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento