Caregiver, Perrini, FDI: a che punto è in Puglia il riparto delle risorse nazionali?

Condividi

il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini, ha presentato un’interrogazione al presidente Emiliano e all’assessore Barone

BARI – “I caregiver familiari sono ‘cari’ solo per i loro pazienti, ma per il sistema sanitario costituiscono un risparmio non indifferente. Il disabile continua la sua vita a casa accudito dalle persone che ama e che lo amano. Per questo ogni tipo di contributo che possa agevolare anche il difficile bilancio familiare di chi si ritrova ad assistere un disabile deve essere erogato.

“A tal proposito nella Gazzetta Ufficiale del 22 gennaio 2021 è stato pubblicato il decreto del 27 ottobre 2020, firmato dal Ministro per le Pari opportunità e la Famiglia di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, che contiene i ‘Criteri e modalità di utilizzo delle risorse del Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare per gli anni 2018-2019-2020’. Un provvedimento che consente di iniziare a utilizzare e risorse statali che si sono accumulate negli ultimi tre anni, dopo che sul finire del 2017 era stato costituito il ‘Fondo Nazionale per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare’. Il decreto mette a disposizione delle Regioni poco più di 68 dei 70 milioni di euro finora non spesi e prevede che vengano ripartiti tra le Regioni, affinché le risorse vengano utilizzate per interventi di sollievo e di sostegno per i caregiver familiari.

“Per questo ho presentato un’interrogazione al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e l’assessore al Welfare, Rosa Barone, per sapere come se la giunta regionale intende cofinanziare gli interventi previsti con i fondi nazionali con risorse di Bilancio.”

Renato Perrini
Consigliere Regione Puglia (FdI)
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento