Nasce a Martina Franca We eat Apulian, un protocollo di promozione turistica attraverso la ristorazione e non solo

Condividi

Si è svolta presso la Sala degli uccelli nel Palazzo Ducale di Martina Franca la presentazione del progetto We eat Apulian, nato dalla collaborazione delle Associazioni Horeca di Polignano a Mare, Martina Franca e Grottaglie. Presenti, in rappresentanza delle rispettive Amministrazioni comunali, il Presidente del Consiglio di Polignano a mare Franco De Donato, l’Assessore attività produttive di Grottaglie Mario Bonfrate, l’ Assessore attività produttive di Martina Franca Bruno Maggi, il Sindaco di Martina Franca Franco Ancona. Hanno assistito e partecipato anche Silvia Fumarola di Confindustria, Daniele del Genio di CNA Federmoda, Pino Caramia di Slow Food, Pietro Liuzzi della Confesercenti, Franco Bruno della Cia Federagricoltura, Stella Caretta per i ceramisti di Grottaglie, le rappresentanze sindacali Giovanni D’Arcangelo CGIL, Baldassarre Antonio CISL e  Giancarlo Turi UIL.

Il protocollo di promozione turistica, nato dal costante lavoro di sintesi e programmazione dei ristoratori durante il difficile protrarsi dei blocchi del settore a causa dell’emergenza sanitaria, ha prodotto già risultati tangibili. Fra questi vi è stata l’ immissione in rete, contestuale alla conferenza stampa, di un’ app dedicata con tutti i nominativi delle attività che aderiscono alle associazioni, generata da Bookizon, partner essenziale per questa iniziativa.

I vari interventi dei presenti, fra cui Silvio Perrone per l’Horeca di Polignano ed Anna Ballo, per l’Horeca di Grottaglie, sono stati concordi nell’apprezzamento del lavoro svolto finora ed i programmi futuri. Il relatore Roberto Liuzzi, imprenditore martinese della ristorazione, ha voluto puntualizzare   che il progetto non è circoscritto al settore Horeca, ma deve “fare rete” con tutte le attività produttive e commerciali dei territori coinvolti. A tale scopo tutte le attività che credono nelle collaborazioni intersettoriali, ma anche nella centralità dell’accoglienza e della valorizzazione dell’agroalimentare pugliese naturalmente offerta dai professionisti Horeca, possono collegarsi al programma.

Obiettivo fondamentale di We eat Apulian è l’offerta integrata di servizi turistici e la divulgazione delle peculiarità dei territori coinvolti, non come singole comunità, ma come percorsi condivisi e armoniosi. A tal proposito già nel prossimo mese di Ottobre, dal 12 al 14, si prevede la partecipazione a Rimini ad un evento che richiama tour operator da tutta Europa. Nel corso della conferenza stampa tutti gli intervenuti hanno espresso soddisfazione e fiducia verso una inedita pagina di nuove prospettive di reti imprenditoriali, culturali e turistiche della Puglia fra costa adriatica, Valle d’Itria ed area Jonico-salentina.

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento