L’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Delli Noci in tour fra le aziende del tessile-abbigliamento di Martina Franca

Condividi

Accompagnato dall’assessore regionale all’Agricoltura Donato Pentassuglia, dal sindaco di Martina Franca e dai rappresentanti del settore di Confindustria, l’assessore ha incontrato al termine delle visite aziendali una folta delegazione di imprenditori per affrontare le tematiche più strettamente legate al polo del tessile di Martina Franca.

Fare “sistema” per contare di più. Mettere assieme professionalità, esperienza e competenze per poter aggredire i mercati internazionali ma anche interloquire più agevolmente con le istituzioni. E’ questo l’imput principale rivolto dall’assessore regionale Alessandro Delli Noci alle aziende del tessile-abbigliamento di Martina Franca, riunitesi ieri nella sede di Consea per incontrare l’assessore allo Sviluppo Economico, accompagnato dall’assessore all’agricoltura Donato Pentassuglia e dal sindaco Franco Ancona in occasione di una serie di visite effettuate in alcune aziende del comparto produttivo.

Dopo il tour conoscitivo, nel corso del quale Delli Noci ha potuto toccare con mano una delle realtà più radicate e strutturate dell’economia locale di tradizione, l’assessore si è soffermato nella sede di Consea con una delegazione di imprenditori del settore. Presenti all’incontro anche il rappresentante di Confindustria Taranto Pietro Vito Chirulli e il Presidente della sezione Tessile Moda e Abbigliamento Martino Filomena, coordinatore della visita guidata.

Diverse le istanze arrivate dagli imprenditori, alle prese con un comparto nel tempo sottoposto a profonde trasformazioni, sia a causa delle inevitabili ricadute dell’e.commerce sia, conseguentemente, dalle esigenze sempre più diversificate del mercato, sul quale la pandemia, negli ultimi 15 mesi, ha fatto registrare una pesante battuta di arresto dopo anni di crescita.

Alla riproposizione del marchio “Made in Puglia”, che la Regione sta portando avanti come brand teso a promuovere le eccellenze regionali, il distretto del tessile della Valle d’Itria ha risposto con una altrettanto forte esigenza di caratterizzazione del territorio, alle prese con nuove sfide, prima fra tutte quelle imposte dalla tecnologia 4.0.

Da qui la sollecitazione alle aziende presenti da parte dell’assessore Delli Noci, a mettere assieme esperienze e competenze per creare un soggetto unico, ed eventualmente un brand identity di distretto, al fine di agevolare i processi di internazionalizzazione ma soprattutto il sostegno della Regione rispetto a progetti e richieste peculiari sulle quali ritagliare ad hoc misure dedicate.

Un convinto e ben definito impulso è arrivato inoltre da Delli Noci in merito alla digitalizzazione dei processi produttivi, che consentirebbe anche alle aziende di tradizione di mantenere al loro interno tutti gli anelli della catena produttiva e di affrontare al meglio i mercati internazionali. L’assessore ha poi elencato una serie di misure regionali rivolte alle aziende di diversa tipologia e condizione: dal sostegno alla creazione di impresa a quelle giovanili e a trazione femminile; dalle realtà con piccoli fatturati a quelle che hanno registrato perdite ingenti a causa del Covid.

Un particolare ringraziamento all’assessore è stato tributato da Pietro Vito Chirulli, in rappresentanza di Confindustria Taranto, per la disponibilità – a distanza di meno di due settimane dal primo incontro nell’associazione degli industriali – già rivolta dallo stesso Delli Noci al sistema imprenditoriale. Un ringraziamento esteso all’assessore Pentassuglia ed al Sindaco Franco Ancona, profondi conoscitori del tessuto economico locale e a loro volta impegnati per il rilancio complessivo del territorio.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento