Il Buongiorno di Pina Colitta. Filosofia dell’amicizia

Condividi

Il mio buongiorno sempre con una riflessione sull’amicizia con l’aiuto dei nostri amici filosofi.

Kant pensa che ci siano tre specie di amici: quelli che ci amano, quelli che non si occupano di noi e quelli che ci odiano. Come comportarsi in questo caso? Semplicemente cercando di riconoscere gli amici veri.

Di relazioni amichevoli ci dice anche Arthur Schopenhauer secondo il quale l’amicizia è fondata sulla volontà di vivere, e, come l’amore, è solo l’illusione che vive l’uomo per mascherare il dolore dell’esistenza. E quindi cosa diventa l’amicizia per questo filosofo? Essa è frutto della compassione per la miserevole condizione umana ed è una fonte di consolazione e di condivisione del dolore.

Ora, se il significato di questo sentimento è stato indagato dalla filosofia, con attenzione, durante il corso della storia, un motivo ci sarà? La ragionevole motivazione sta sicuramente nel fatto che l’amicizia è la prova della sua propria costante e inalterabile presenza nella nostra vita.

Il primo sentimento verso cui si sente disposto un giovane educato con cura non è l’amore, ma l’amicizia.

Jean-Jacques Rousseau – Emilio o dell’Educazione

 

Condividi

Lascia un commento