Mozione del consigliere comunale Angelo Di Lena sulle regole per i monopattini

Condividi

Ho presentato una mozione sulla scorta di queste considerazioni che intendo condividere con tutti i cittadini:

– da poche settimane nel nostro paese si utilizzano a noleggio i monopattini elettrici
– esiste già una regolamentazione nazionale , troppo spesso non rispettata
– troppo frequentemente si vedono monopattini abbandonati , anche in mezzo alla carreggiata o luoghi che potrebbero creare pericolo o barriere
architettoniche .

Alla luce dunque di queste riflessioni ritengo necessari i seguenti interventi:

– servirebbe , in sinergia tra comune di Pulsano e la società che noleggia i monopattini, regolamentare ulteriormente questi mezzi , anche tramite sanzioni

Pertanto ho proposto all’intero consiglio comunale di votare favorevolmente :

-affinché si predispongano altre zone di parcheggio dei monopattini elettrici, anche tramite segnali stradali

– la possibilità di sanzionare chi parcheggia o lascia il monopattino in zone non addette alla sosta e al parcheggio , ricordando che l’utilizzo avviene mezzo carta di credito , per cui si potrebbe sottrarre nell’immediatezza la sanzione .
Parte della sanzione potrebbe essere destinata al Comune di Pulsano e una parte alla società privata ( per esempio 30€ : 25 al comune 5 alla società privata
– incaricati steward della società di monopattini che raccolgono in giro i monopattini lasciati in zone non consone
– un bando che accolga solamente le società di noleggio in regola con la normativa nazionale e comunale .
Spero vivamente che il consiglio comunale voglia  accogliere questi miei suggerimenti.
Il servizio di monopattini può migliorare solamente la nostra comunità ma serve comunque regolamentare un fenomeno del genere affinché non ci torni indietro come un boomerang.

Angelo Di LenaConsigliere dell’unione dei Comuni del versante orientale della Provincia di Taranto

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento