In partenza la rassegna artistico-scientifica dedicata all’Olio d’Oliva
 dal 21 luglio al 30 novembre 2021
 

Condividi

programma 21 luglio 

ore 20 TALK e DEGUSTAZIONE con Francesco Matarrese e Alfredo De Lucreziis 

ore 21 CONCERTO “Ci vuole Orecchio” con ELIO che canta e interpreta JANNACCI

Masseria Quis Ut Deus – Crispiano TA

CRISPIANO – “Ci vuole orecchio. Elio canta e recita Enzo Jannacci”: il nuovo spettacolo tra circo, teatro e canzone arriva alla Masseria Quis ut Deus di Crispiano (TA, S.P. 49 di “Pilano”, strada vecchia San Simone-Martina Franca) mercoledì 21 luglio con apertura alle 20 nell’ambito del “Live Evo Festival 2021”.

Live Evo è la prima rassegna artistico-scientifica dedicata all’Olio d’Oliva.
 Dal 21 luglio fino a novembre 2021, immersi tra ulivi secolari della Masseria Quis Ut Deus nel Bosco delle Pianelle tra Martina Franca e Crispiano (TA), si potranno seguire talk, mostre, masterclass, passeggiate e incontri con gli autori sul tema Extra Vergin Oil.
Si comincia il 21 luglio alle ore 20 con talk e degustazioni sul tema “Oli di Puglia” – come riconoscerli e come si usano – a cura di Francesco Matarrese e Alfredo De Lucreziis. 
A seguire “Ci vuole Orecchio”, il nuovo spettacolo di Elio che canta e interpreta Jannacci.
Si sta creando una comunità temporanea di artisti, operatori, scienziati e pubblico su un terreno fertile capace di armonizzare l’identità dei luoghi della Puglia più autentica per costruire, nel “Territorio delle 100 masserie”, un metodo di fruizione culturale ed enogastronomica delle masserie, jazzi, tratturi più rurali e remoti della regione. 

Antonio Prota – AD Pura Puglia: «L’idea di fondo di Pura Puglia (nome dell’organizzazione n.d.r.) è quella di attivare una dinamica di “Citizen Scientist” in cui scoprire e apprendere la peculiarità specifiche del territorio, delle sue proprietà e delle caratteristiche legate alla sua salvaguardia. Questa epoca chiama tutti ad un impegno importante e necessario verso un’evoluzione che possa far fronte ad emergenze ambientali causate dalla stessa intensità delle attività umane».
LIVE EVO FESTIVAL
Sarà un festival ambizioso: sette eventi dal vivo di stampo artistico, altrettanti momenti divulgativi e scientifico-culturali, sono stati pensati nel segno del simbolo di cui la nostra regione ne ha fatto bandiera ufficiale, l’ulivo e il suo oro giallo-verde, l’olio extra-vergine d’oliva, quell’EVO da cui prende nome il Live Evo Festival. La quarta edizione, ideata e gestita dall’associazione temporanea di scopo composta da Sofy Music, Green Academy e Pura Puglia Srl, sarà sostenuta dall’avviso pubblico “Custodiamo cultura in Puglia 2021” (FSC 14-20: Patto per la Puglia – Misure di sviluppo per lo spettacolo – D.G.R. n. 1570/2020 – A.D. 499/2020). Il partenariato diffuso annovera il Comune di Crispiano, il GAL Magna Grecia con sede a Grottaglie, il Forum regionale per l’Agricoltura sociale, la coop. sociale di comunità Borgo Ajeni di San Michele Salentino, l’Istituto comprensivo Marconi di Palagianello, il Circolo Arci-Uisp Mariella Leo di Crispiano, la Pro Loco di Montemesola, la condotta Slow Food Trulli e Grotte di Martina Franca e Crispiano.
Si terranno tra Crispiano, Montemesola, Grottaglie e Palagianello, i momenti più significativi di questo cartellone tra luglio e il prossimo novembre. Saranno tre gli appuntamenti principali per cui è previsto uno sbigliettamento e che si terranno presso la masseria de charme “Quis ut Deus” in agro di Crispiano: oltre ad Elio, il 19 agosto andranno in scena Toti e Tata, il famoso duo comico pugliese e, a seguire, sabato 21 agosto Enzo Avitabile con le sue sonorità mediterranee.
Costo dei biglietti spettacolo Elio
22,50 euro più 2,50 euro di commissione
I biglietti potranno essere acquistati presso il punto vendita “Pausa Caffè” in viale Trentino, 5b/7, Taranto, o dal sito “postoriservato.it”:
Compreso nel ticket d’ingresso dello spettacolo anche l’accesso all’uliveto della masseria dove si terranno talk e degustazioni di olio da parte di esperti e giornalisti del settore.
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento