Taranto (TA): arresto per ‘omicidio’ di Marseglia Cosimo, classe 1946, operaio in pensione

Condividi

Ieri 22 luglio 2021, al termine delle indagini intraprese a seguito del rinvenimento, in un’abitazione del rione Salinella di Taranto, del corpo senza vita della 71enne casalinga maria greco, i militari della sezione operativa della compagnia capoluogo del comando provinciale Jonico, hanno tratto in arresto per ‘omicidio’ il marito convivente della vittima, Cosimo Marseglia, classe ‘46.

Nel corso degli accertamenti di polizia giudiziaria, delle escussioni testimoniali, e della ricostruzione tecnica della scena del crimine a cura della sezione investigazioni scientifiche del reparto operativo, è emerso che l’uomo, intorno alle 15.30, in preda a un improvviso raptus,  ha brandito un coltello da cucina, sferrando più fendenti all’indirizzo della moglie – che si trovava in una camera da letto – sino a cagionarne la morte. Subito dopo il folle gesto, l’uxoricida ha a sua volta tentato di togliersi la vita autoinfliggendosi, con la stessa arma, delle coltellate alla gamba ed all’addome, ma senza realizzare il suo proposito suicida.

Alle 18.30 il figlio della coppia, recatosi presso l’abitazione dei genitori, ha scoperto l’accaduto richiedendo l’immediato intervento dei sanitari.

Il Marseglia è stato infatti subito soccorso da personale del 118 e trasportato presso il locale ospedale santissima annunziata, ove è stato medicato e giudicato guaribile in giorni 20 s.c. successivamente trasferito presso il reparto di psichiatria dell’ospedale moscati, e’ ora piantonato a vista dai militari della compagnia di taranto.

 

L’autopsia, su disposizione della procura jonica che ha coordinato le indagini attraverso il sostituto procuratore dottor Enrico Bruschi, sarà effettuata nei prossimi giorni. L’arma del delitto e l’appartamento teatro del crimine sono stati sottoposti a sequestro.

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento