Ceramica Contemporanea, “Premio Grottaglie”, assegnati i premi del XXVIII Concorso di Ceramica Contemporanea

Condividi

Fino al 30 settembre a Grottaglie (TA) la grande esposizione promossa ed organizzata dal Comune 

Doll Dresses dell’artista Fabio Guerra (Thiene, Vicenza, 1962) si aggiudica il premio come migliore opera del XXVIII Concorso di Ceramica Contemporanea, la grande esposizione promossa ed organizzata dal Comune di Grottaglie che ha aperto i battenti sabato 24 luglio.

PH – Primo Premio

“Il suo lavoro si sviluppa attraverso il recupero di materiale ceramico di scarto che viene assemblato e stratificato. Scarti di lavorazione in cui il caso, l’accidentalità generano forme che rimandano memorie intime ed insieme collettive”

Così hanno giudicato, l’opera di Guerra, Elisabetta Dubla, Assessore alla Cultura del Comune di Grottaglie, Aurora Avvantaggiato, presidente Associazione Culturale “Cave Contemporary”, Mariarosaria Caramia, artista ceramista, e Micol Di Veroli, storico dell’arte, critico e curatore indipendente.

PH – Premio mostra personale

Il Premio Mostra personale XXVIII Concorso di Ceramica Contemporanea è andato all’artista Edoardo Battaglia (Bassano del Grappa, Vicenza, 1996) con l’opera TOBE continua.

“L’opera – dicono i giudici – si concentra sulla decostruzione del significato di misura visto come sinonimo di confronto e paragone con l’altro e lo fa andando ad alterare il più comune strumento di misurazione, il metro ripiegabile. Vengono a mancare le cifre annullando quell’idea di ordine di un percorso a senso unico e si creano inaspettati cambi di direzione che partoriscono una struttura tridimensionale con stabilità autonoma”

Oltre ai premiati sono state segnalate due opere. L’opera Amicizia dell’artista Sara Dario (Venezia, 1976) “per il livello narrativo dell’opera che guida l’osservatore lungo lo srotolarsi dei nastri in modo circolare e crescente” nonché l’opera Organo d’asporto realizzata dall’artista Sabino De Nichilo (Molfetta, 1972) che pone al pubblico un’indagine che sonda il confine tra organico e inorganico.

 

PH – Pino Lacava, da sinistra a destra: Aurora Avantaggiato, Gianpaolo Cassese, Elisabetta Dubla, Daniela De Vincentis, Ciro D’Alò, Micol Di Veroli, Mariarosaria Caramia

Con la proclamazione dei vincitori si sono accesi i riflettori sull’apertura al pubblico del XXVIII Concorso di Ceramica Contemporanea (38 opere presenti nel Castello Episcopio) aperta fino al 30 settembre. All’inaugurazione ha partecipato anche il sindaco di Grottaglie Cirò D’Alo. 

Oltre all’inaugurazione della mostra, l’arte a Grottaglie è arricchita anche dalla mostra personale di Giulio Polloniato (vincitore del Premio Mostra Personale XXVII Concorso di Ceramica Contemporanea 2020) dal titolo One, two, three…taste!

L’esposizione si tiene presso la Chiesa SS. Pietro e Paolo (Via SS. Pietro e Paolo/Via Forleo, centro storico), aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 e visitabile fino 30 settembre 2021.

 

 

Informazioni XXVIII Concorso di Ceramica Contemporanea

Luogo: Castello Episcopio, Largo Maria Immacolata Grottaglie (TA)

Orario di apertura: 10.00-13.00 / 17.00-20.00 (dal lunedì alla domenica).

Prenotazioni e Informazioni: Museo della Ceramica, c/o Castello Episcopio, 099 5620427

infopoint@comune.grottaglie.ta.it

 

 

 

Condividi

Pino Lacava

Artista visivo e ceramista, sperimentatore d'arte, appartenente alla corrente della Neo Avanguardia New Dada. Ha esposto in collettive e personali nazionali ed internazionali, tra cui la Biennale di Venezia e la Biennale di Brera. Già docente all'Istituto "Cabrini" di Taranto di grafica. Operatore culturale.

Lascia un commento