Taranto. On line “Kyma”, l’assistente virtuale per gli utenti di Kyma Mobilità

Condividi

TARANTO – Una grande novità per tutti gli utenti dei servizi di Kyma Mobilità: da oggi sul sito aziendale c’è “Kyma”, l’assistente virtuale in grado di rispondere alle richieste e alle necessità dei tarantini e di chi è in città per lavoro o per turismo.

Kyma Mobilità è una delle primissime aziende di trasporto pubblico locale italiane a essersi dotate di una “chatbot” che, utilizzando una applicazione di intelligenza artificiale che interpreta il linguaggio naturale (Natural Language Processing), dialoga con gli utenti per fornire informazioni tramite chat.

In basso a destra sul sito www.amat.taranto.it – sia da PC che da smartphone – c’è sempre, a tutte le ore del giorno e della notte, la finestra per dialogare in chat con “Kyma” chiedendole informazioni su tutto ciò che concerne i parcheggi e il trasporto pubblico a Taranto, sia autobus che idrovie.

Sempre aggiornata sulle informazioni da offrire agli utenti e dotata di Intelligenza Artificiale in continua evoluzione, chattando con “Kyma” è possibile sapere quando partono gli autobus, gli orari, le fermate, gli itinerari di una determinata linea e dove acquistare i biglietti.

“Kyma”, inoltre, offre informazioni sui parcheggi gestiti da Kyma Mobilità: dove si trovano, se sono custoditi, quali sono gratuiti e quali a pagamento, come e dove sono acquistabili i biglietti per la sosta.

Non solo: indicando in chat la propria posizione, “Kyma” mostrerà i siti di interesse turistico più vicini indicando come raggiungerli con i mezzi pubblici, anche proponendo gli approfondimenti del sito turistico ufficiale del Comune di Taranto www.tarantocapitaledimare.it.

Grazie alla tecnologia dell’Intelligenza Artificiale Conversazionale, “Kyma” è stata addestrata per comprendere le richieste ma, laddove fosse necessario, in determinate fasce orarie l’utente può chiedere di parlare con un operatore umano che interverrà direttamente in chat.

Tra le varie funzioni di “Kyma” c’è anche la possibilità di inviare via chat all’azienda, in forma rigorosamente anonima, segnalazioni ed eventuali suggerimenti sui servizi: nei giorni scorsi un utente così ha segnalato il furto di un orario da una fermata!

 

Paolo Castronovi, assessore alle società partecipate, annunciando l’importante novità ha spiegato che «il nuovo servizio “chatbot” di Kyma Mobilità rappresenta un ulteriore momento della nostra Customer Care aziendale: essere vicino alle persone che vivono la città è da sempre la priorità dell’Amministrazione Melucci!».

«Anche la chatbot “Kyma” – ha poi ha poi detto l’assessore Paolo Castronovi – rientra nel programma di “smaterializzazione” dei servizi di Kyma Mobilità che sono raggiungibili con un semplice click da PC o da smartphone».

«L’innovativo servizio “chatbot” di Kyma Mobilità – ha poi commentato assessore comunale alle società partecipate – è in linea con la policy dell’Amministrazione Melucci che intende essere sempre più vicina e al servizio dei cittadini; la sinergia tra la Chatbot di Kyma Mobilità e il sito turistico comunale www.tarantocapitaledimare.it, inoltre, dimostra come si stia componendo il progetto Ecosistema Taranto che, voluto dal Sindaco Rinaldo Melucci, vede collaborare tutte le articolazioni dell’Amministrazione comunale per costruire una Taranto 4.0, città moderna e sostenibile»

L’assistente virtuale “Kyma” è dotata di Intelligenza Artificiale Conversazionale, che evolverà nel tempo grazie all’applicazione delle tecniche di “machine learning” derivanti dal suo intenso utilizzo da parte degli utenti.

L’assistente virtuale “Kyma” è stata sviluppata utilizzando la Piattaforma MaIA realizzata da CrowdM, in collaborazione con Pa Abs, società del Gruppo di Retelit, ed è in grado di sfruttare l’Intelligenza Artificiale Conversazionale per rispondere alle domande degli utenti. Quest’ultimi possono seguire un flusso di comunicazione costruito tramite l’inoltre delle loro richieste tramite scrittura in chat.​

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento