“Il buio dell’alba” di Stefania Romito si aggiudica il prestigioso “Premio Speciale d’Eccellenza Verbumlandiart Antonio De Ferraris”

Condividi

Il romanzo di Stefania Romito “Il buio dell’alba”, edito da LibroMania De Agostini, è stato premiato con il valoroso “Premio Speciale d’Eccellenza Verbumlandiart Antonio De Ferraris” VIII Edizione.

Premio insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica, con i Patrocini Morali del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Regione Lazio, della Federiciana Università Popolare, della Società Dante Alighieri, Dell’Associazione Educals, della Casa editrice Tabula Fati.

L’Associazione Verbumlandiart-Aps, allo scopo di premiare Opere d’eccellenza, secondo i Valori del Merito e del Talento, valori costitutivi del Premio, ha indetto l’VIIIª Edizione del Premio Internazionale “CITTA’ DEL GALATEO –ANTONIO DE FERRARIS”. Il Premio, nato per onorare la grande figura dell’umanista Antonio De Ferraris, quest’anno assegnerà riconoscimenti anche a Eccellenze Italiane che sono il volto della bella Italia, personaggi che con il loro lavoro contribuiscono e hanno contribuito a valorizzare la cultura, la ricerca.

«La Romito non si identifica nei personaggi. Li inventa. Li costruisce. Ne determina un ruolo che può essere denominato ‘destino’ o definito come avventura stessa della letteratura. La lingua che usa non è quella delle scorciatoie e neppure della rappresentazione. È quella di una capacità fortemente allegorica. È come se in questo romanzo si volesse raccontare una storia vera che vera non è. Soltanto chi sa usare la parola può permettersi questa digressione positiva e la Romito si gioca tutto in questo, ed è un gioco che vince. Vince questa grande partita di una narrativa che è trasgressiva dal punto di vista del rapporto tra personaggi e lingua, ma è unitaria nell’affermazione di una letteratura che nasce nella vita e poi si fa finzione» (dalla Prefazione di Pierfranco Bruni).

Il prof. Tommaso Russo (esperto di Minoranze religiose nel Mezzogiorno) sottolinea come «L’autrice attribuisce grande importanza alla metodologia della ricerca e dell’indagine per ottenere quegli obiettivi sui quali, sempre in Italia, non c’è ampia condivisione. Rapolano è noto in Basilicata per essere un paese in cui da tempo c’è una forte e combattiva minoranza religiosa metodista. Stefania questo lo sa. E rende omaggio e onore a quel pugno di ‘eretici’ costruendo nel loro paese una narrazione in cui si incrociano il bisogno della verità storica, la fierezza della propria fede, il coraggio di morire per essa, l’orgoglio e la forza di esistere. Il valore simbolico di tutto ciò è contenuto nell’indagine condotta da Tonino e Maria. Per il primo la ricerca significa riscatto sociale; per la ragazza equivale all’obbligo della verità anche a costo della vita. A ben pensarci entrambi sono i volti diversi di una stessa medaglia: il carattere virtuoso delle minoranze».

L’assegnazione del Premio avrò luogo il prossimo 14 ottobre 2021 a Roma, nella Sala del Primaticcio della Società Dante Alighieri, nel corso della Cerimonia di Premiazione.

CLASSIFICA FINALE NELLE VARIE SEZIONI E PREMI SPECIALI – PREMIO INTERNAZIONALE D’ECCELLENZA “CITTA’ DEL GALATEO” – ANTONIO DE FERRARIS” VIII EDIZIONE 2021.

 

Condividi

Stefania Romito

Stefania Romito è giornalista radiotelevisiva e scrittrice.

Lascia un commento