Parte con Nancy Brilli, il 29 luglio, la stagione estiva a Taranto

Condividi

Con “𝑫𝒐𝒗𝒆 𝒐𝒔𝒂𝒏𝒐 𝒍𝒆 𝒇𝒂𝒕𝒆” parte ufficialmente la stagione teatrale estiva del Teatro comunale Fusco.

Sei spettacoli con altrettanti artisti che saranno impegnati sul palco dell’arena della Villa Peripato.

«A causa del periodo pandemico è saltata la stagione invernale, ma abbiamo voluto che l’estate dei tarantini potesse contare su un’offerta di qualità con ospiti importanti». Così commenta l’assessore alla Cultura Fabiano Marti l’apertura del primo sipario prevista per il 29 luglio.

Il primo appuntamento della stagione estiva è con Nancy Brilli con “𝑫𝒐𝒗𝒆 𝒐𝒔𝒂𝒏𝒐 𝒍𝒆 𝒇𝒂𝒕𝒆”, uno spettacolo con musiche, ironico e a tratti comico, nel quale la favolosa 𝑵𝒂𝒏𝒄𝒚 𝑩𝒓𝒊𝒍𝒍𝒊 conduce lo spettatore anche oltre i limiti immaginati, in un’opera divertente e dinamica ma con tagli di introspezione. Accompagnata in scena da tre straordinari cantanti e un pianista, la Brilli volerà tra riflessioni e momenti di puro divertimento attraverso una brillante carrellata di storie e personaggi nati dalla penna di autrici e autori contemporanei.

Lo spettacolo è previsto per giovedì 29 luglio con inizio alle ore 21.

È possibile scegliere tra due tipologie di biglietti, ovvero il Settore A che prevede il costo di 30 € per il biglietto intero e 25 € per il ridotto; e il settore B, che prevede il costo di 25€ per il biglietto intero e 20 € per il ridotto.

I biglietti e gli abbonamenti ridotti saranno concessi esclusivamente ai giovani fino a 30 anni, alle persone di oltre 65 anni, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia e delle Capitanerie di Porto Puglia, Aeronautica/Marina Militare.

Biglietti e abbonamenti saranno in vendita presso il 𝐓𝐞𝐚𝐭𝐫𝐨 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐅𝐮𝐬𝐜𝐨 dal martedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

Biglietti disponibili anche online al link https://bit.ly/3hXlX1X e nei punti vendita Vivaticket. I biglietti si potranno anche acquistare anche al botteghino della 𝐕𝐈𝐋𝐋𝐀 𝐏𝐄𝐑𝐈𝐏𝐀𝐓𝐎 un’ora prima dell’inizio degli spettacoli solo a tariffa intera.

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento