Il Buongiorno di Pina Colitta. La cura

Condividi

Il mio buongiorno dalla cura di se stessi al territorio…

È un vero e proprio progetto politico il concetto di cura nell’abitare un territorio? Indubbiamente si… Cura di se stessi, degli altri, della comunità, dell’ambiente, ma soprattutto cura come costruzione di salute globale. Non può esistere un sistema in salute se alla base non si pone il principio fondamentale della cura. Cura, cosa sarà mai? Un sostantivo femminile,  dal profondo valore culturale e politico, termine forse troppo abusato, ma pochissimo praticato. Esiste ancora troppo poca consapevolezza intorno a questa parola perché si possa dare centralità alla cura quotidiana delle cose. Ma se così non fosse si potrebbe mai dare senso al nostro essere al mondo?

Un esempio potrebbe essere curare la crescita delle piante di un orto. Se non ho cura di esso, non avrò i frutti desiderati, allo stesso modo non potrò assaporare il buon vivere in un mondo migliore. Qualcuno penserà: ma non tutti abbiamo uno spazio tale per avere un orto! Assolutamente vero!  Eppure iniziare a coltivare anche in un semplice vaso, nel nostro piccolo balcone, una qualsiasi piantina potrebbe donarci l’opportunità di stabilire un rapporto nuovo con noi stessi e con l’ambiente che ci circonda, diventando protagonista di quel cambiamento desiderato. Perché un vaso in cui creare un piccolissimo orticello potrebbe portare ad un cambiamento significativo per noi? Perché la nostra casa, non è che un angolo piccolissimo ed intimo della nostra esistenza quotidiana. Uno spazio vitale in cui raccoglierci nel corpo e nello spirito, in cui coltivare la dimensione più riservata e meditativa una sorta di eremo in cui rifugiarsi ….

Sono convinto che l’orto sia qualcosa di naturale e spontaneo da realizzare e che tutto sommato (messo in conto quel mal di schiena che ogni tanto può venire a chi zappa con troppo slancio) sia alla portata di tutti.
Davide Ciccarese, Orto, 2013

copertina: “Crassula che cresce”, Sabrina Del Piano, acquerello su cartoncino, 2021
 

Condividi

Lascia un commento