Chiusura UTIN Taranto, Perrini: “Stellato scrive letterine a Lopalco, non ha il potere di chiamare per risolvere il problema?”

Condividi

Di seguito la dichiarazione del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini

“La chiusura dell’UTIN (Unità di terapia intensiva neonatale) del Santissima Annunziata di Taranto si paventava da più di un anno, durante il quale io non sono mai stato zitto. Con comunicati e interventi in Commissione e Consiglio regionali ho cercato di richiamare l’attenzione del presidente Emiliano e del direttore generale Asl di Taranto Rossi perché provvedessero a organizzare l’essenziale servizio per le partorienti potenziando l’organico in maniera stabile e non provvisoria. E quando lo facevo, qualcuno del centrosinistra mi ha pure accusato di fare campagna elettorale su questa vicenda.

Nelle ultime ore, però, noto ‘con piacere’ che il collega consigliere tarantino di maggioranza, Stellato, si è accorto che l’UTIN è stato chiuso – la storia va avanti, ribadisco, da oltre un anno – e fa un comunicato con il quale annuncia di aver scritto all’assessore Lopalco per evitare la chiusura. E allora mi chiedo: ma un consigliere regionale di maggioranza ha gli stessi strumenti di un consigliere di minoranza? Sarò più chiaro: ma davvero un consigliere di centrosinistra, di un partito che in Giunta conta ben 2 assessori, ha bisogno di scrivere lettere per mobilitare l’assessore alla Sanità, possibile che non possa alzare il telefono e chiamare direttamente Lopalco?

E allora, scusatemi, ma con la franchezza di sempre sono convinto che loro, sì, stanno facendo campagna elettorale, per le future Comunali o guardando più in là alle Politiche. Perché se io fossi stato un consigliere regionale di maggioranza il problema lo avrei risolto già l’anno scorso.”

Renato Perrini
Consigliere Regione Puglia (FdI)
 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento