Aggredisce e offende i poliziotti: arrestata 50enne tarantina

Condividi

Il personale della Squadra Volante ha tratto ieri in arresto una tarantina di 50 anni per il reato di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale. É stata inoltre indagata per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. Verso le ore 18,00, i sanitari del 118 contattano la Sala Operativa 113 per chiedere ausilio nel corso di un intervento nei confronti di una persona molesta e molto aggressiva. Giunti sul posto, i poliziotti si sono accorti della presenza, oltre che dell’ambulanza e dei sanitari, di una donna, alta circa 1,70, che, barcollando, si aggirava tra i tavolini situati all’esterno di un bar. In particolare, la donna, dopo essersi rivolta ad alcune persone sedute, ha cominciato ad inveire ed urlare con tono offensivo, sino a perdere l’equilibrio e cadere per terra. Nei confronti della poliziotta che si era avvicinata per prestare aiuto, la donna ha urlato e profferito offese, proseguite anche nei confronti degli operatori intervenuti nel tentativo di riportare la calma.  Di fronte alle sempre più marcate escandescenze della donna, sfociate  in vere aggressioni fisiche nei confronti dei poliziotti, anche alla presenza degli avventori del locale, con non poche difficoltà, gli operatori sono riusciti a condurla sull’ambulanza. Durante il tragitto, la donna ha continuato ad offendere ed aggredire i poliziotti che erano saliti sul mezzo. Solo giunti al Pronto Soccorso, i sanitari sono riusciti a riportare la calma. É scattato così l’arresto per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

 

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento