Angelo Di Lena, Consigliere dell’Unione dei Comuni del versante orientale della Provincia di Taranto: «Contro incendi dolosi serve azione sinergica»

Condividi

“Serve un’azione concreta e sinergica da parte dello Stato, affinché il contrasto alla criminalità ed alle violenze perpetrate da organizzazioni malavitose non rimanga esclusivamente di facciata”.

Questo il commento del Consigliere Angelo Di Lena a poche ore dall’incendio , forse di origine dolosa  , che ha distrutto l’ennesima struttura commerciale denominata Frescheria Jamaica Marina Di Lizzano, uno dei locali più frequentati della Litoranea Salentina .

“Non è possibile assistere a tali episodi criminali senza poter reagire”, prosegue il Consigliere Di Lena .

“I comunicati stampa di solidarietà, puntuali e oramai divenuti ovvi e banali, non possono più essere l’arma utilizzata per contrastare l’azione ripetuta e sempre più violenta, compiuta da chi rimane troppo spesso libero ed impunito”.

Di Lena denuncia la mancanza di una prevenzione a tali crimini, che negli ultimi anni si sono ripetuti in diversi comuni della Provincia di Taranto .

I tanti imprenditori che investono in strutture commerciali sono stanchi di essere vittime predestinate di un sistema che non funziona a livello politico ed istituzionale.

È obbligatorio intervenire con grande serietà e determinazione aumentando la potenza investigativa delle forze dell’ordine affinché siano in grado di dare risposte e di consegnare alla giustizia i criminali, ma, ribadiamo, se persino le istituzioni fanno figli e figliastri significa che non c’è più speranza.

“Come componente dell’assemblea dell’Unione dei comuni Terre del Mare e del Sole della provincia di Taranto chiedo dunque un maggiore sforzo dalle istituzioni e dalla politica, perché se questo territorio ha davvero l’ambizione di crescere e divenire competitivo con le altre realtà turistiche nazionali ed internazionali deve essere difeso”.

Angelo Di Lena, Consigliere dell’Unione dei Comuni del versante orientale della Provincia di Taranto
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento