Il Buongiorno di Pina Colitta. Curare lo spazio pubblico è un atto di vera democrazia

Condividi

Il buongiorno con un dictat: la cura nello spazio pubblico acquista un valore politico.

Mi chiedo spesso perché la cura di solito viene considerata come un’attività prettamente familiare, da svolgersi prevalentemente nello spazio privato, i cui effetti benefici si esauriscono nell’ambito domestico?  Non è assolutamente così lei! La cura, può essere svolta anche nello spazio pubblico, spazio che per tale ragione può acquisire un valore politico diventando uno dei modi con cui cittadini, sempre più spesso lontani dalla politica e dalle istituzioni,  riempiono e fanno vivere lo spazio pubblico, grazie ad attività di cura dei beni di tutti… E quali potrebbero essere queste attività? Intanto mi soffermerei sul come potrebbero essere! Sicuramente attività svolte con la stessa attenzione e la stessa passione con cui normalmente ci si prende cura dei beni propri. E su questo principio che può reggere il sistema attraverso un gesto piccolo, di basso impatto, locale, perché cura condivisa dei beni comuni  possa divenire equilibrio in un sistema più grande, complesso, globale. Tutto il lavoro di cura locale sul territorio, la sua manutenzione, è la conditio sine qua non per la sopravvivenza dell’intero sistema economico, sociale e politico costruito dalla civiltà umana.

“Supererò le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te.”

Franco Battiato

Atene, acropoli e panorama della città (ph Sabrina Del Piano, 2010)
 

Condividi

Lascia un commento