Caro direttore ti scrivo, firmato Maurizio Bais: A proposito del nostro Ospedale San Marco

Condividi

Egregia Direttrice,  le scrivo al netto di polemiche e quant’altro, come semplice cittadino della mia amata Grottaglie.

Siamo in piena campagna elettorale ormai e quindi è stato avviato  un percorso politico con vari candidati  che ovviamente affrontano le varie problematiche  che attanagliano la nostra Comunità, non possono ignorare  l’argomento principe:   la salute e l’ Ospedale San Marco sono un piatto prelibato, elettoralmente parlando, però attenzione non deve essere usato solo a scopo elettorale, perché è scorretto giocare  con la salute della gente.

Se ci si deve interessare del San Marco lo si deve fare con lo scopo  di migliorare la qualità e i servizi, ben vengano le   critiche e i consigli costruttivi, ma ripeto finalizzati a migliorare e non a distruggere, per la serie buttiamo il bambino con l’acqua sporca.

Purtroppo io vengo da un impegnativo percorso di salute che sto cercando di superare,  durante il mio cammino di paziente  mi sono state prescritte più sedute di fisioterapia nei mesi scorsi e vi garantisco che l’agenda al CUP  era sempre aperta e il sevizio del centro di fisioterapia del Presidio San Marco non è stato mai sospeso,  gli utenti esterni usufruiscono del servizio,  io sono stato seguito da medici  e da tutti gli operatori  con grande dedizione e professionalità e per questo, cara Lilli D’Amicis le scrivo, voglio  ringraziare di vero cuore tutti quanti  per i miei progressi, e faccio una sola  preghiera: cerchiamo di collaborare tutti senza polemica, perché  la vita  è bella  e chi sta facendo percorsi di ripresa da una malattia spera che la vita continui al meglio.

Maurizio Bais

cittadino grottagliese

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento