Il critico d’arte e deputato Vittorio Sgarbi sarà ospite de “La Piazza-la politica dopo le ferie”

Condividi

La kermesse organizzata da Affaritaliani.it a Ceglie Messapica (Brindisi), venerdì 27 agosto

CeglieMessapica – Quella di Sgarbi è una voce critica che si aggiunge a quella di Gianluigi Paragone, leader di Italexit che parteciperà a La Piazza nella serata di chiusura, domenica 29 agosto.

Giancarlo Giorgetti, ministro dello sviluppo economico nel governo Draghi e vicesegretario federale della Lega, aprirà (in collegamento via Skype) la quarta edizione de La Piazza.

Fitto il calendario delle presenze: si comincia venerdì 27 agosto con Antonio Tajani, europarlamentare e coordinatore nazionale di Forza Italia, che salirà sul palco allestito nel cuore pulsante cittadino, piazza Plebiscito, dove si alterneranno, la stessa sera, il leghista Claudio Durigon, sottosegretario al Ministero dell’economia e delle finanze nel governo Draghi e Antonio Misiani, (PD), responsabile economico del Pd.

La prima uscita di Giuseppe Conte da leader del Movimento 5 Stelle è prevista, proprio a Ceglie Messapica, sabato 28 agosto. Conte ha scelto la Piazza di Affaritaliani.it (è la quarta volta consecutiva), prima di una serie di tappe che lo porterà in giro per l’Italia per arricchire il suo programma di governo in vista della convention organizzativa degli iscritti al Movimento.

L’evento chiuderà domenica 29 agosto con Matteo Salvini e in collegamento telefonico Silvio Berlusconi. Interverranno, inoltre, il sindaco di Milano Beppe Sala, Guido Crosetto, Michele Emiliano, Roberta Pinotti, Ettore Rosato, Gianluigi Paragone, il virologo Fabrizio Pregliasco sugli scenari epidemiologici autunnali, mentre il sondaggista Roberto Baldassari (direttore generale della Lab2101) presenterà in esclusiva per la Piazza le previsioni sulle elezioni comunali dei sindaci di Milano, Torino, Bologna, Roma e Napoli.

Tanti i temi che verranno affrontati: le cose da fare dopo le ferie, dall’elezione del nuovo presidente della Repubblica, alle votazioni per i sindaci e consiglieri comunali delle principali città italiane, dall’impatto autunnale del Covid sull’economia e sulla società ai progetti di rilancio dell’economia nazionale grazie ai fondi del Pnrr in arrivo dall’Europa.

L’associazione La Piazza, ripropone la 4° Edizione, la politica dopo le ferie” ecco il loro progetto:

Con questo titolo e sottotitolo, con Affaritaliani.it, primo quotidiano digitale,  in rete dal 1996, organizza da tre anni a Ceglie Messapica, borgo medievale in provincia di Brindisi, un evento che ha saputo conquistare rapidamente, grazie alla straordinaria attenzione mediatica, una grande visibilità regionale e nazionale.

Strategica si è rivelata la scelta della data, ossia l’ultimo week end di agosto – primi giorni di settembre, quando le ferie volgono al termine e ci si interroga sulla ripresa autunnale con la riapertura delle Camere, delle aziende, delle scuole.

La formula è semplice: si articola su tre serate, nel corso delle quali il direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino, giornalista professionista dal 1979, Cavaliere della Repubblica,  Ambrogino d’oro e premio Biagio Agnes nella sezione “Nuove Frontiere del Giornalismo”, chiama con sè sul palco, montato nella piazza centrale del paese, i protagonisti della vita socio-economica, politica nazionale e locale; realizzando così, attraverso la presenza di migliaia di persone accorse da tutta la regione, un momento di partecipazione diretta, civile, culturale e democratica dei cittadini alla vita politica del Paese.

Tutti in Piazza, si diceva un tempo quando si chiamava tutti alla mobilitazione socio-economica, culturale e politica. La Piazza di Affaritaliani, organizzata con il patrocinio del Comune di Ceglie Messapica e la collaborazione di altre associazioni come la Pro Loco, la ConfCommercio, realizza e rilancia questo prezioso momento di contatto diretto tra cittadini-elettori e rappresentanti di tutte le categorie.

Oltre che un momento politico, l’evento è anche una preziosa occasione culturale, di marketing e comunicazione territoriale, nonché di promozione di tutto il comparto turistico nazionale ed internazionale.

E in forza della sua formula estremamente flessibile può allargare ancor più i suoi contenuti a nuovi filoni di approfondimento e dibattito (il turismo, l’economia, la cultura, le tradizioni, la storia locale ecc.).

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento