Il Buongiorno di Pina Colitta. Azioni e conseguenze

Condividi

Il mio buongiorno insistente sulla manutenzione del bene comune ad opera del singolo cittadino che diviene “cittadino attivo”… Insisto su questo argomento perché l’ambiente in cui viviamo è il nostro piccolo paradiso su questa terra se noi entriamo nell’ottica che ogni cittadino non solo potrebbe occuparsi della manutenzione di ciò che già esiste, ma persino trasformare, migliorare, sviluppare ciò che già c’è adattandolo sempre meglio alle sue esigenze. Ed in tal senso che subentra la creatività, trasformativo nella cura dei beni comuni che non sempre si percepisce, ma è fondamentale per la qualità della vita nella città.
Qualcuno dirà ma cosa può fare un qualunque cittadino per la cura dei beni comuni? Ovviamente non dobbiamo pensare ad una squadra di tecnici, ad un’impresa di ristrutturazionie con tanto di strumenti ed attrezzature ma a “piccoli, di basso impatto, locali, riproducibili, legati ai cicli del vivente” … Così le ha definite Papa Francesco in San Pietro, quando ha fatto riferimento agli “artigiani del bene comune”, persone “che ogni giorno cercano di contribuire con piccoli gesti concreti al bene di Roma … che amano la loro città non a parole ma con i fatti”. Ovviamente si riferiva a Roma, ma intendeva qualsiasi città.

“L’era dei rinvii, delle mezze misure, degli espedienti ingannevolmente consolatori, dei ritardi è da considerarsi chiusa. Ora inizia il periodo delle azioni che producono delle conseguenze”.

Winston Churchill

 

Condividi

Lascia un commento